Protagonisti del mese

24 aprile 2014 | 10:06

Angelo Maria Perrino, direttore di Affaritaliani.it che compie 18 anni

L’Italia non è Paese da innovazioni. Lo dice Angelo Maria Perrino raccontando i 18 anni del suo Affaritaliani.it, pieni di soddisfazioni, ma anche di grandi sacrifici per poter sopravvivere in un mercato dove, afferma, “anche Facebook o Google sarebbero saltati”.

Angelo Maria Perrino

Angelo Maria Perrino

“Non leggo più i giornali cartacei, solo l’edizione per iPad e solo quella del Corriere della Sera. Tutto sommato è il benchmark, il punto di riferimento dell’informazione in Italia: sai come la pensa il mainstream, il Palazzo, e le priorità che si è dato. Noi seguiamo cercando di differenziarci. In ogni caso devi sapere le gerarchie di lor signori e, poi, cercare di sconvolgerle. Quindi il Corriere è sufficiente per tutto questo”. Nel suo incasinatissimo ufficio, tra le mani l’inseparabile iPad ormai diventato quasi un’appendice del suo corpo, Angelo Maria Perrino da una parte ha l’aria stanca, dall’altra è gasatissimo nel raccontare gli ultimi 18 anni della sua vita professionale, spesi nel web da quando ha fondato nel 1996 il sito che si defisce in home page ‘il primo quotidiano on line’.

L’articolo integrale è sul mensile Prima Comunicazione n. 449 – Aprile 2014