Troppo spazio a Renzi e poco al M5S. L’Agcom richiama Tg La7, Studio Aperto, Sky tg24 e Rainews

(TMNews) Il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni presieduto da Angelo M. Cardani ha esaminato oggi i dati relativi al monitoraggio sul pluralismo politico e istituzionale nella televisione riferiti al periodo 5-18 aprile. Dall’analisi dei dati – riferisce una nota – sono emerse alcune criticità riguardanti la parità di trattamento tra i soggetti politici e istituzionali e sono stati adottati i provvedimenti conseguenti.
In particolare, è stato rivolto un ordine di riequilibrio al Tg La7 per gli eccessivi tempi di parola fruiti dal presidente del Consiglio dei ministri. Inoltre, sono stati adottati puntuali richiami a riservare maggiore spazio al Movimento 5 Stelle nei notiziari Studio Aperto, Rainews, SkyTg24 e Cielo. Infine, l’Autorità ha segnalato ad alcune emittenti l’esigenza di assicurare un’equa ripartizione del tempo di parola tra i soggetti politici nelle diverse edizioni dei notiziari.

La prossima verifica, secondo quanto previsto dal regolamento in materia di par condicio, sarà relativa – precisa la nota – al periodo 19 aprile – 2 maggio. (TMNews 23 aprile 2014)

Angelo Marcello Cardani (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi