Editoria, Pubblicità 

28 aprile 2014 | 15:14

Omnicom e Publicis cercano di sbloccare la fusione da 35 miliardi di dollari. L’operazione si è arenata sui ruoli degli executive

(AGI/REUTERS)  Gli amministratori delegati della francese Publicis e dell’americana Ominicom, rispettivamente numero tre e numero due mondiale della pubblicita’, stanno cercando di sbloccare l’annunciata fusione paritaria da 35 miliardi di dollari tra i due gruppi. L’operazione si e’ bloccata perche’ gli executive delle due societa’ non hanno trovato un accordo sui loro futuri ruoli. In particolare non c’e’ accordo su chi dovra’ ricoprire il ruolo di Cfo, il responsabile finanziario del nuovo gruppo. E’ proprio su questo punto che l’amministratore delegato di Omnicom, John Wren e quello di Publics, Maurice Lew stanno lavorando per cercare di sbloccare la situazione, confermando che la fusione si fara’. (AGI)

Maurice Levy, chairman & ceo , Publicis Groupe, e John Wren, president & ceo, Omnicom Group (Foto: Firstbiz.com)

Maurice Levy, chairman & ceo , Publicis Groupe, e John Wren, president & ceo, Omnicom Group (Foto: Firstbiz.com)