29 aprile 2014 | 18:03

Gorizia prima tappa di Più Libri Circus durante il Festival èStoria

Il vero nemico da combattere per gli editori, e per l’intero sistema dell’editoria libraria italiana, oggi è la paura: paura di pubblicare libri che si pensa non venderanno e paura di ordinare libri che si pensa finiranno per fare magazzino. Lo ha detto più volte e lo ripete Marco Polillo, presidente dell’Associazione italiana editori (Aie) nella cui sede di Milano sono state presentate due manifestazioni che si svolgeranno dal 22 al 25 maggio a Gorizia: la decima edizione del Festival internazionale èStoria, diretto da Adriano Ossola con Paolo Mieli come presidente del Comitato storico, e la prima edizione di Più Libri Circus realizzata in collaborazione con l’Associazione librai italiani e l’Associazione italiana biblioteche.

Nato dall’esperienza positiva di Più libri più liberi, la fiera della piccola e media editoria che si tiene da dodici anni a Roma e che nell’edizione del dicembre 2013 ha avuto 53mila visitatori, Più Libri Circus vuole riproporre in altre città un’iniziativa di particolare importanza per l’editoria indipendente. “Non è l’ennesimo festival di libri, ma un modo per reagire dopo tre anni negativi a una situazione critica, che non può essere considerata definitiva, essendo presenti come sistema: editori, librai, bibliotecari e i due principali distributori, Fastbook e Pde”, spiega Antonio Monaco, presidente del gruppo Piccoli editori dell’Aie. “Il focus è il libro di qualità, l’obiettivo fare un nuovo patto con i lettori. Partiamo da Gorizia, con la presenza di 62 editori, perché il Friuli Venezia Giulia è la regione con la quota più alta di lettori, il 56% contro la media nazionale del 43%, e perché una manifestazione come il Festival èStoria ha un significativo legame culturale con la piccola e media editoria di ricerca e di approfondimento”.

Molte saranno le iniziative in sinergia tra le due iniziative, in parte centrate sul tema della Grande Guerra di cui quest’anno si rievoca il centenario. Inoltre il 24, nella cornice del Maggio dei libri, si svolgerà il convegno ‘Ma i libri (e i lettori) hanno ancora bisogno di editori?’ che si concluderà con la presentazione di un manifesto di proposte sulla cultura indipendente.

La decima edizione del Festival èStoria (.pdf)

Da Più libri più liberi a….Più libri Circus (.pdf)

- Il programma di Più Libri Circus (.pdf)