02 maggio 2014 | 15:01

Nasce Web Magazine Italia Expo 2015 per Padiglione Italia. Strumento di divulgazione e approfondimento, dice Bracco

Si è deciso di metterlo on line proprio il 1 maggio a un anno esatto dal debutto di Expo 2015, la mattina dopo la grande festa in piazza che il 30 aprile a Milano ha dato il via al conto alla rovescia in vista dall’inaugurazione di Expo 2015. Il Web Magazine Italia Expo 2015 (http://magazine.padiglioneitaliaexpo2015.com/it/) è nato per informare sulle attività che nei prossimi 12 mesi si svilupperanno dentro e intorno al Padiglione Italia, ma anche per creare dibattito sulle grandi questioni legate al tema della nutrizione e del futuro del Pianeta, tema alla base dell’Esposizione Universale
“Uno strumento di divulgazione e di approfondimento, uno spazio aperto di dialogo tra voci diverse”, scrive Diana Bracco, presidente di Expo Milano 2015 Spa e Commissario Generale di sezione per il Padiglione Italia, sulla home page. “Oggi più che mai c’è bisogno di confrontarsi sui problemi dell’umanità nel terzo millennio: cibo, risorse, agricoltura, innovazione e sostenibilità. Ecco perché abbiamo concepito il Padiglione Italia e il suo palinsesto di eventi come un’agorà emozionale che permetterà il confronto, lo scambio d’informazioni, e che al tempo stesso saprà coinvolgere pienamente il visitatore e sensibilizzarlo attorno ai temi della manifestazione”. Un vero ‘Vivaio’ come recita il concept su cui si sviluppa il racconto immaginato da Marco Balich, direttore creativo di Padiglione Italia.

ROBERTO MARONI PRESIDENTE REGIONE LOMBARDIA, GIUSEPPE SALA AD EXPO, MAURIZIO MARTINA, DIANA BRACCO PRESIDENTE EXPO, DON GINO RIGOLDI, GIULIANO PISAPIA SINDACO MILANO, BERTOLINO

ROBERTO MARONI PRESIDENTE REGIONE LOMBARDIA, GIUSEPPE SALA AD EXPO, MAURIZIO MARTINA, DIANA BRACCO PRESIDENTE EXPO, DON GINO RIGOLDI, GIULIANO PISAPIA SINDACO MILANO, BERTOLINO

Magazine Vivaio con protagonista l’agricoltura, il tema al centro dell’Expo, trattata in tutte le sue declinazioni, dalla storia all’arte, la filosofia, la letteratura, ma soprattutto raccontando e facendo parlare i protagonisti, cioè i coltivatori, gli imprenditori, vignaioli, tecnici, artigiani. E Vivaio come format all’interno del quale sviluppare varie idee e iniziative come ad esempio Raccontare l’Italia, titolo della giornata che si terrà il 30 maggio alla Triennale in cui Giuseppe de Rita e Carlo Bonomi racconteranno le esperienze fatte insieme a Marco Balich sul tutto il territorio nazionale incontrando oltre 1500 rappresentanti di istituzioni pubbliche e private, lavoro preparatorio per costruire i contenuti del Padiglione Italia.
E ancora Vivaio a cui si aggiunge “progetto scuole” la bella idea per catturare “l’energia straordinaria che viene dai luoghi in cui si studia, in cui si formano i giovani”, come spiega Fabio Zanchi, responsabile della comunicazione di Padiglione Italia e artefice del Magazine che tra i vari collaboratori ha coinvolto le competenze che si trovano all’ interno della Scuole Civiche di Milano, la Fondazione creata dal Comune che forma professionisti in diverse discipline (musica, teatro, cinema e televisione, traduzione, interpretariato e relazioni internazionali). L’edizione del Magazine in inglese, prossima al debutto, sarà frutto del lavoro degli allievi della Laurea magistrale in traduzione.

IANA BRACCO, COMMISSARIO GENERALE DEL PADIGLIONE ITALIA

IANA BRACCO, COMMISSARIO GENERALE DEL PADIGLIONE ITALIA

 

RENDERING PADIGLIONE ITALIA

RENDERING PADIGLIONE ITALIA