New media, Pubblicità

05 maggio 2014 | 12:48

Fruizione video: i tablet sfidano i pc (TABELLE)

Nel 2013 sono stati 132,2 milioni i consumatori statunitensi che hanno usato un tablet, una cifra destinata a crescere quest’anno dell’11,3% fino a raggiungere i 147,2 milioni. Si prevede che entro il 2018 gli utilizzatori di tablet negli Usa saranno 171,3 milioni, ossia il 52,1% della popolazione. Lo dice un nuovo rapporto diffuso da eMarketer, secondo cui i tablet stanno giocando un ruolo sempre più importante anche nel mercato pubblicitario e nell’e-commerce, soprattutto per il fatto che molti utenti americani stanno sostituendo i loro pc con dispositivi mobili.

La fruizione di video è una delle attività in crescita sui tablet: quest’anno, infatti, 113,4 milioni di utenti di tablet negli Stati Uniti (pari al 77%) guarderanno video sui propri dispositivi mobili almeno una volta al mese. Secondo eMarketer, il tasso di penetrazione salirà all’87% entro il 2018, per un totale di 149 milioni di spettatori video su tablet, pari tra l’altro al 70,1% di tutti i fruitori di video digitali. In confronto, il numero di fruitori di video su smartphone raggiungerà gli 89 milioni nel 2014 e si prevede che crescerà fino a 125,4 milioni entro il 2018.

Di conseguenza anche il tempo speso per la visione di video su tablet sta crescendo più velocemente rispetto a qualsiasi altro mezzo. Secondo le stime di eMarketer, quest’anno aumenterà quasi del 54% fino a 20 minuti al giorno, dai 13 minuti del 2013. Il tempo speso per guardare video su smartphone crescerà invece dai 9 minuti del 2013 ai 13 minuti di quest’anno. Ai video su pc si dedicano 22 minuti, una cifra che rimane stabile anno su anno.

Nonostante l’impennata del mobile, oggi la spesa pubblicitaria tende ancora pesantemente verso i video online (ossia da desktop e notebook). Secondo le più recenti previsioni di eMarketer, quest’anno gli investimenti in online video ads negli Stati Uniti raggiungeranno 4,45 miliardi di dollari, mentre quelli in video mobile saranno solo di 1,44 miliardi di dollari. Per il 2018 è prevista una riduzione del divario tra i due mezzi: la spesa pubblicitaria per gli online video ads sarà di 6,83 miliardi, quella per i mobile video ads di 5,44 miliardi.