Comunicazione, Televisione

05 maggio 2014 | 16:16

Manifestanti sostenitori della lista Tsipras davanti alle sedi Rai per protestare contro i ristretti spazi televisivi

(TMNews) Questa mattina, davanti alla sede Rai di Viale Mazzini, un centinaio di sostenitori e sostenitrici della lista ‘L’Altra Europa con Tsipras’ hanno tenuto un presidio per protestare contro la “sostanziale cancellazione della Lista dall’informazione radiotelevisiva”.

Accanto al “cavallo morente” di bronzo di Francesco Messina, esposto all’ingresso della sede Rai, i manifestanti hanno esposto “il cavallo di Troika” per “sottolineare l’asservimento della televione pubblica alle fallimentari politiche di austerità e alla vera e propria cancellazione delle voci di chi in Europa e in Italia si batte, in nome di un’altra Europa, contro quelle politiche”.

Dal 18 marzo al 21 aprile, riferisce una nota della Lista Tsipras, “tutte le edizioni di tutti i Tg della Rai hanno riservato alla lista ‘L’altra Europa con Tsipras’ lo 0,07%, mentre hanno consentito, in dispregio di ogni norma sulla par condicio, a Matteo Renzi e alla sua maggioranza di spadroneggiare con il 54,4% del tempo complessivo dedicato alla comunicazione politica”.

Una delegazione della lista, composta da Antonello Falomi, Fabio Amato, Roberto Morea e Giulia Rodano, è stata ricevuta dal Dott. Fabrizio Maffei che – riferisco i componenti della delegazione dopo l’incontro – “ha assicurato che tutte le questioni sollevate dalla lista sarebbero state rappresentate alla Direzione Generale e ai Direttori delle testate giornalistiche”. (TMNews 5 maggio 2014)