Puglia: stop al divieto di pubblicizzare gare e aste sui giornali. Approvato un odg dal Consiglio

(ASCA) Il Consiglio regionale della Puglia ha approvato con voto unanime un ordine del giorno a firma dei componenti dell’Ufficio di Presidenza con cui si esprime preoccupazione per l’impatto negativo di una delle misure contenute nel decreto legge n. 66 dello scorso 24 aprile. La misura e’ quella che prevede l’esclusione della pubblicazione sui quotidiani di avvisi e bandi di gara delle Pubbliche Amministrazioni. Il divieto a pubblicizzare gare ed aste sui giornali, si spiega nell’ordine del giorno, avrebbe ricadute gravissime sui bilanci delle aziende editrici, in particolare del Mezzogiorno, in quanto la pubblicita’, in misura maggiore rispetto alle vendite, costituisce la fonte di reddito pressoche’ esclusiva per le societa’ editrici. Ribadendo che i quotidiani rappresentano un presidio insostituibile di difesa della democrazia e del pluralismo, l’ordine del giorno chiede al governo nazionale di considerare le ricadute negative di tali provvedimenti e di rivedere le decisioni assunte ed impegna il governo regionale a farsi parte attiva in ogni utile sede per tutelare il diritto insopprimibile al pluralismo dell’informazione. (ASCA, 5 maggio 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Morto il vignettista Vincino. Vauro lo saluta così

Tar del Lazio respinge ricorsi contro contributo di solidarietà. Inpgi: conferma che strada intrapresa è corretta

Con 800 milioni di internauti la Cina è la più grande comunità online. L’ecommerce 2018 vale già 600 miliardi