Editoria

05 maggio 2014 | 17:22

Successo per il Premio ‘Alda Merini’. A Catanzaro centinaia di poeti da tutta Italia

(ASCA) ”Un evento che rimarra’ nella storia culturale della citta’ di Catanzaro”: ha sintetizzato cosi’ il presidente dell’associazione ‘Accademia dei Bronzi’, Vincenzo Ursini, la manifestazione conclusiva della terza edizione del premio internazionale di Poesia ‘Alda Merini’, promosso e realizzato dal sodalizio culturale catanzarese, in collaborazione con le edizioni Ursini e la locale Camera di Commercio, presieduta da Paolo Abramo. Il 3 maggio, il capoluogo calabrese e’ stato, infatti, il luogo in cui centinaia di poeti, convenuti da tutta Italia, hanno ricordato la ‘poetessa dei Navigli’, scomparsa a Milano il 1* novembre del 2009, con una iniziativa molto sentita e di grande interesse letterario nel corso della quale l’Accademia dei Bronzi ha consegnato, oltre ai premi messi in palio per il terzo concorso di poesia inedita, le tre medaglie ufficiali inviate a Ursini dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dal Presidente del Senato Pietro Grasso e dal Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, medaglie che sono andate rispettivamente al prof. Giovambattista De Sarro, farmacologo di fama internazionale, gia’ Preside della Facolta’ di Medicina dell’Universita’ ‘Magna Graecia’ e attuale Direttore del Dipartimento ‘Scienze della Salute’, al maestro orafo Michele Affidato, ‘indiscusso e conclamato protagonista dell’eccellenza calabrese nel mondo, figlio della Calabria migliore che vuole crescere attraverso iniziative imprenditoriali sane e idee nuove che meritano il plauso di tutti’, e al Generale di Brigata in Ausiliaria della Guardia di Finanza, dottor Angelo Raffaele, catanzarese di nascita, ‘per la sua dedizione al servizio, ufficialmente riconosciuta e conclamata dall’Autorita’ di vertice’. Riconoscimenti speciali riservati a personalita’ del mondo della ricerca, del volontariato, dell’arte e del giornalismo, sono stati altresi’ consegnati al Prof. Aldo Garozzo, Ordinario di Otorinolaringoiatria dell’Università ‘Magna Graecia’, all’arcivescovo della diocesi di Crotone-Santa Severina, Mons. Domenico Graziani, a don Mimmo Battaglia, presidente del ‘Centro Calabrese di solidarietà’, ‘sacerdote di frontiera che ha fatto della ‘fatica di strada’, accanto ai poveri e agli esclusi, la sua scelta di vita quotidiana”, all’artista Giovanni Marziano e alla giornalista Giulia Zampina, per la sua vicinanza al mondo dell’associazionismo culturale e del volontariato catanzarese. Il primo premio per la sezione ‘poesia inedita’ e’ stato assegnato al poeta Dante Maffi’a, per la lirica ‘L’alba assonnata’, ‘poesia altamente significativa di un percorso scritturale che trova il poeta, di origine calabrese ma residente a Roma da tanti anni, nel cuore pulsante del mondo letterario di oggi a livello internazionale. Maffi’a, infatti, e’ stato candidato ufficialmente da varie istituzioni, tra le quali la ‘Fondazione di Liegro’ di Roma e la Fondazione ‘Palazzo Spinelli’ di Firenze, al Premio Nobel per la Letteratura 2014. A consegnargli il premio e’ stato l’on.le Mimmo Tallini. Gli altri quattro finalisti, scelti da una giuria tecnica presieduta dal prof. Giovambattista Scalise e composta da Mario Donato Cosco, Mauro Rechichi, Antonio Benefico e Antonio Montuoro, sono stati Maria Pina Abate, di Angri, Mariella Bernio, di Brugherio, Alfonsina Campisano Cangemi, di Caltagirone, e Paola Pancaldi Pugolotti, di Segrate. Menzioni d’onore e Segnalazioni di Merito sono state infine assegnate ad altri poeti in rappresentanza di tutte le regioni italiane, le cui opere sono state raccolte nell’antologia dal titolo ‘Ho conosciuto Gerico’, pubblicata dalle Edizioni Ursini e destinata alle migliori biblioteche pubbliche italiane. (ASCA, 5 maggio 2014)