New media

06 maggio 2014 | 15:11

Riconosciuti ad Apple 120 milioni di dollari per la violazione dei suoi brevetti da Samsung

Nell’estenuante processo che vede contrapporsi Apple e Samsung nella battaglia dei brevetti, l’azienda americana ottiene una piccola vittoria contro quella coreana. Come riporta un articolo de Il Fatto Quotidiano, il verdetto della giuria del tribunale di San Josè in California ha riconosciuto infatti ad Apple un risarcimento pari a 120 milioni di dollari, una cifra che rimane molto lontana dai 2,2 miliardi chiesti inizialmente ed anche dai 930 milioni versati da Samsung nel 2012, quando quest’ultima fu ritenuta colpevole.

Molti ritengono che la battaglia legale faccia parte di una strategia per rallentare l’avanzata di Samsung, strategia che fino a oggi ha fallito dato che il risarcimento imposto non coprirà forse nemmeno le spese legali sostenute da Apple.

La disputa riguarda alcune componenti dell’interfaccia del software tra cui lo ‘slide to unlock’. Per questo motivo nell’ultimo processo era presente anche Google dato che Samsung si ritiene non responsabile dello sviluppo del software, curato proprio dal colosso di Mountain View.

Quello che emerge comunque dalla sentenza del tribunale è che la copia o il furto di brevetti su piccole componenti dell’interfaccia non giustificano danni giganteschi, come invece ha sostenuto Apple con la richiesta di risarcimento di oltre 2 miliardi.