Televisione

06 maggio 2014 | 17:24

“La Rai deve cambiare, ma non deve morire”. Gasparri attacca Renzi sui tagli al servizio pubblico

(ITALPRESS) “La legge Gasparri garantisce l’equilibrio del sistema radiotelevisivo, ha favorito il pluralismo, ha moltiplicato l’offerta con il digitale terrestre e l’ulteriore sviluppo del satellitare. Ora, con interventi rozzi e improvvisati, il governo Renzi vuole mettere al tappeto il servizio pubblico senza offrire nessun beneficio agli utenti che pagheranno lo stesso canone. In pratica la gente paghera’ e Renzi incassera’ il pizzo sul canone, spingendo allo smantellamento di strutture strategiche come le reti di trasmissione o le sedi del territorio. Tutto si puo’ rivedere o riorganizzare, sprechi e prebende vanno eliminati. Ma non si puo’ agire a caso. Ne parlero’ all’incontro promosso giovedi’ dall’Usigrai a Roma, accogliendo l’invito ricevuto. La Rai deve cambiare, ma non deve morire”. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (FI). (ITALPRESS 6 maggio 2014)

Maurizio Gasparri (foto Olycom)