Televisione

07 maggio 2014 | 10:41

Telefonica offre a Prisa 725 milioni per il 56% di Digital+

(ANSA) Telefonica ha offerto a Prisa 725 milioni per il 56% della televisione a pagamento spagnola Digital plus, della quale detiene il 22%, la stessa quota in mano a Mediaset. E’ probabile che l’affare vada in porto (Prisa, che sale del 10% in Borsa, chiedeva circa 800 milioni) e a questo punto appare più difficile che il Biscione possa allearsi con Telefonica nella partita per lo sviluppo a livello europeo della pay tv, mentre proseguono i contatti con Vivendi e Al Jazeera su Mediaset Premium. Secondo gli analisti finanziari l’offerta di Telefonica è nella parte alta della ‘forchetta’ di valutazione di Digital plus, la principale pay tv spagnola. Il principale freno alla conclusione dell’affare – con Prisa fortemente indebitata – potrebbe venire dall’Antitrust di Madrid, in quanto il gruppo guidato da Cesar Alierta già detiene una propria piattaforma nel settore. Telefonica (in calo del 3% in Borsa a Madrid, ma impegnata in campo Tlc anche nella più rilevante partita per l’acquisizione della rivale tedesca E-plus) detiene di Digital plus l’identico 22% di Mediaset Espana e da tempo premeva sul Biscione per intervenire nel controllo della pay tv. Mediaset (in ribasso del 3% in Piazza Affari a 3,8 euro) da tempo ha in progetto di unire in un unico ‘veicolo’ la quota di Digital plus con Mediaset Premium, ma per ora non si è mossa. Negli ultimi giorni ha invece aperto i conti della sua pay tv a chi ha manifestato un interesse, per ora soprattutto il gruppo francese Vivendi e quello arabo Al Jazeera, che comunque si muovono del tutto separati. A questo punto Telefonica ha proposto l’offerta in autonomia, mentre qualche indicazione potrebbe venire dall’odierno consiglio di amministrazione di Mediaset Espana convocato sui conti trimestrali, che saranno resi noti a mercati azionari chiusi. (ANSA, 7 maggio 2014)