Nasa e Politecnico di Milano, insieme per migliorare le comunicazioni

(AGI) La Nasa ‘atterra’ sui tetti del Politecnico di Milano con due ricevitori satellitari che serviranno a migliorare le telecomunicazioni di prossima generazione. Il progetto, si legge in una nota dell’Ateneo milanese, in futuro, potrebbe portare a eliminare il disturbo della ricezione di programmi tv e internet via satellite in caso di cattivo tempo e poi soddisfare la domanda di piu’ banda in caso di assenza di Adsl o fibra ottica. Nasa, Afrl (Air Force Research Laboratory – la divisione dell’aeronautica statunitense che si occupa di ricerca e sviluppo) e Politecnico di Milano infatti studieranno insieme la propagazione delle onde elettromagnetiche ad alta frequenza per ottimizzare i sistemi di telecomunicazione via satellite. L’agenzia spaziale statunitense ha installato sui tetti del dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria dell’Ateneo due ricevitori satellitari operanti nelle bande Ka (circa 20 GHz) e Q (circa 40 GHz). Il progetto e’ inserito nell’ambito dell’esperimento di propagazione Alphasat ‘Aldo Paraboni’ (intitolato a un compianto professore del Politecnico di Milano) e ha come obiettivo lo studio degli effetti dell’atmosfera nei collegamenti terra-spazio. (AGI, 8 maggio 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci