09 maggio 2014 | 17:02

L’Unità: il 12 maggio sciopero dei poligrafici

Un piano industriale e piano editoriale per rilanciare il quotidiano L’Unità che coinvolgano la Società Nie, i giornalisti ed i poligrafici: queste le richieste che Slc Cgil rivolge agli azionisti della casa editrice del quotidiano fondato da Gramsci.

“Occorre sostenere e supportare la presenza de L’Unità sul mercato, che occupa uno spazio tutt’altro che residuale, come dimostrano il successo dei supplementi legati al novantesimo dalla fondazione”, si legge in una nota della segreteria nazionale Slc Cgil. “Per queste ragioni riteniamo che l’Assemblea straordinaria degli Azionisti convocata per il 14 maggio debba valutare gli interventi necessari per la valorizzazione storica del marchio, del suo futuro e la salvaguardia dell’occupazione”.

In attesa di chiarimenti certi sul percorso è stata indetta una prima giornata di sciopero per lunedì 12 maggio delle lavoratrici e dei lavoratori poligrafici.

“Slc Cgil – conclude la nota – ritiene sbagliata la chiusura di una testata storica, testimone attenta di un secolo di storia e prezioso organo di informazione, e contrasterà le eventuali scelte degli Azionisti con iniziative sindacali a difesa della pluralità dell’informazione e per la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori quotidianamente impegnati nel loro lavoro”.

Fabrizio Meli, amministratore delegato della Nie (foto Simona Granati)

Fabrizio Meli, amministratore delegato della Nie (foto Simona Granati)