New media

13 maggio 2014 | 12:28

Twitter zittisce i cinguettii sgraditi con la funzione Mute

(ANSA) Mai più ‘cinguettii’ sgraditi o logorroici su un determinato argomento da parte di persone che comunque può far comodo continuare a tenere nella cerchia degli amici: Twitter lancia ‘Mute’, funzione per ‘oscurare’ dal proprio flusso di tweet quelli di determinati utenti, pur rimanendo loro ‘follower’. Una funzione che anche Facebook ha da tempo. ‘Mute’ sarà implementata sulle app per iPhone, Android e anche per la versione web di Twitter. Dopo le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, Twitter ha dunque introdotto ufficialmente ‘Mute” La funzione da’ agli utenti la possibilità di eliminare dal flusso di tweet quelli degli account meno interessanti o che si vogliono ‘oscurare’ anche solo per certi periodi di tempo (ad esempio i commenti in diretta su un programma tv o una partita). In questo modo si potrà continuare a essere ‘follower’ di qualcuno pur ignorandone i tweet, senza che questi sappia di essere stato zittitito. La funzione sarà implementata per tutti gli utenti del microblog nelle prossime settimane. Anche su Facebook si può continuare ad essere ‘Amici’ di qualcuno pur decidendo di non visualizzare i post di questa persona nel proprio flusso di notizie. E in rete c’è già chi si sbizzarrisce con gli elenchi, ironici, delle categorie da oscurare subito. Secondo il blog Mashable al top ci sono i giornalisti che ‘twittano’ le breaking news, al posto di una testata, gli account che retwittano solo le celebrità e quelli che compongono tweet di soli ‘hashtag’. (ANSA, 13 maggio 2014)