13 maggio 2014 | 12:32

Facebook inaugura la sua nuova sede a Milano, ispirata alle vecchie latterie

“Quando abbiamo aperto il primo ufficio italiano quattro anni fa, nella seconda metà del 2009, era una stanzetta con una macchinetta del caffé che non funzionava. A quell’epoca Facebook aveva già 11 milioni di utenti unici al mese in Italia; oggi siamo arrivati a 24 milioni, cioè il 69% della popolazione online”. Luca Colombo, country manager di Facebook in Italia rievoca così gli esordi del social network nel nostro Paese.

L’occasione è l’inaugurazione dei nuovi uffici della società, che occupano il sesto piano di un moderno palazzo in Piazza Missori 2 a Milano, a due passi da Piazza del Duomo. Progettati dallo studio di architettura Re/value di Cristina Curtona, che si è ispirata – come racconta lei stessa – alle vecchie latterie milanesi, “un tradizionale luogo di aggregazione esattamente come oggi è Facebook”.

Il country manager di Facebook, Luca Colombo, mentre presenta alla stampa la nuova sede milanese di Piazza Missori.

I nuovi uffici sono un grande open space, senza nessuno spazio chiuso ad eccezione delle sale riunioni, con colorati disegni alle pareti e grandi lavagne dove chiunque può scrivere o disegnare; tra i primi messaggi, frasi come “Done is better than perfect”, “Living the dream”, “People over the pixel”.

“Quello milanese è l’ufficio che più si avvicina allo spirito di Memlo Park, dove c’è la sede centrale della società. Tutto è condiviso, disponibile non solo per il team milanese ma anche per i colleghi del team internazionale”, spiega Colombo.

James Quarles, regional director Emea di Facebook, ha sottolineato il contributo che il social network dà all’economia. Secondo un recente studio di Deloitte, Facebook in Italia vale 2 miliardi e mezzo di Pil e genera 33.800 posti di lavoro in maniera diretta o indiretta.

In particolare è forte nel nostro Paese il contributo del mobile. Gli accessi da smartphone e tablet hanno raggiunto i 18 milioni su base mensile e sono 13 milioni gli italiani che si collegano ogni giorno da mobile.

Entro l’anno Facebook intenderebbe aprire un ufficio commerciale anche in Cina, malgrado l’accesso al social network sia bloccato dai server cinesi. L’apertura del nuovo ufficio in Cina, dopo quello già presente a Hong Kong,  potrebbe essere un modo per farsi spazio nel Paese.

Ecco qualche scorcio della nuova sede:

L’open space

La latteria

Il biliardino

Uno dei murales realizzati da Nevercrew, gli street artist luganesi Christian Rebecchi e Pablo Togni