Comunicazione

14 maggio 2014 | 11:55

Sony ricade in perdita e prevede rosso anche su 2014-2015

(TMNews) Sony è ricaduta in perdita nell’ultimo anno fiscale, e prevede un rosso anche sul 2014-2015 mentre sembra non riuscire a cavarsi fuori efficacemente dal profondo processo di riorganizzazione lanciato ormai da cinque anni. Il colosso dell’elettronica giapponese ha chiuso l’esercizio 2013-2014 con un passivo netto da 128,4 miliardi di yen, poco meno di 1 miliardo di euro, laddove l’anno precedente era riuscita a realizzare un utile da 43 miliardi di yen. Il fatturato però ha segnato una crescita a due cifre e il gruppo conta di registrare risultati positivi da alcuni settori chiave. A pesare sul risultato di Sony continuano ad essere in buona misura i costi di riorganizzazione delle attività tutt’ora sotto pressione. Per l’esercizio in corso il gruppo si attende una perdita da 50 miliardi di yen. Il fatturato però è cresciuto del 14 per cento, complice anche un andamento favorevole dei cambi valutari a 7.767 miliardi di yen, o 57,5 miliardi di euro.

E Sony punta molto su rafforzamenti delle vendite di tv ad alta definizione e della nuova Playstation, che in cinque mesi ha già totalizzato 7 milioni di esemplari. Sostanzialmente positivi poi i risultati della divisione intrattenimento, grazie agli incassi di film come Spiderman, James Bond e Men in Black 3. Intanto il risultato netto risente degli accantonamenti effettuati con la cessione della divisione computer e notebook, con Sony che ha da poco venduto il suo marchio Vaio a un fondo giapponese. Inoltre ha dovuto effettuare alcune svalutazioni. E questi costi sono stati solo parzialmente compensati da altre cessioni, tra cui immobili e quote in altre imprese. (TMNews, 14 maggio 2014)