New media, TLC

15 maggio 2014 | 15:32

Il caso che vede Google accusata di abuso di posizione dominante in Europa verrà archiviato

(MF-DJ) Il caso che vede protagonista Google per abuso di posizione dominante in Europa sarà probabilmente archiviato entro la fine dell’anno.È quanto ha reso noto il commissario europeo alla concorrenza, Joaquin Almunia, precisando che le concessioni della compagnia darebbero una “reale opportunità” ai rivali di di attrarre utenti “allentando rapidamente i timori sulla concorrenza”.

Il patteggiamento raggiunto a febbraio con il colosso statunitense dopo tre anni di indagini è stato duramente criticato dai concorrenti, ritenendo che l’accordo non fosse poi così lontano dalle due proposte avanzate precedentemente da Google. (MF-DJ 15 maggio 2014)

Joaquin Almunia (foto Olycom)

Almunia è tornato sull’argomento, difendendo l’intesa raggiunta con Google sulla ricerca e la pubblicità online, in un intervento che ha tenuto all’università di San Gallo, in Svizzera. Il responsabile dell’Antitrust europeo ha spiegato che “siamo in contatto con chi ha presentato le osservazioni” contro le proposte del gigante delle ricerche on line sottoposte alla Commissione Ue e “presto inizieremo a inviare loro le lettere che spiegano il motivo per cui riteniamo che le concessioni che abbiamo ottenuto possono rapidamente dissipare i problemi di concorrenza che abbiamo sollevato in questa inchiesta”.
A contestare le decisioni dell’Antitrust era stata in particolare, nei giorni scorsi, l’associazione europea degli editori di giornali, che aveva invitato Almunia a non chiudere il caso.
“Guarderemo con attenzione a ciò che dicono i denuncianti prima di decidere se rendere le proposte di Google giuridicamente vincolante”, ha precisato Almunia. Una decisione definitiva sull’inchiesta su Google dovrebbe arrivare dopo l’estate.