19 maggio 2014 | 18:13

Ecco i dettagli della gara per i diritti tivù e su altre piattaforme del prossimo campionato di calcio di Serie A

Lega Serie A e Infront Italy, in qualità di Advisor strategico, annunciano oggi i dettagli dell’invito a offrire per la messa in onda del campionato di Serie A sul territorio italiano, in seguito alla delibera all’unanimità dell’Assemblea del 16 maggio scorso.

Il bando, pubblicato oggi sul sito di Lega Serie A con scadenza il 5 giugno p.v. alle ore 12.00, riguarda le 380 partite di ciascuna delle stagioni sportive 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018 della Serie A.
In sintesi quattro sono le novità del bando curato da Infront Italy, che si propongono di ampliare la concorrenza e la possibilità d’ingresso di nuovi operatori di mercato:
un’offerta che include, oltre alla piattaforma di riferimento digitale o satellitare, diritti primari anche per Internet e per le altre piattaforme audiovisive, consentendo in tal modo a tutti gli operatori di segmentare la propria proposta commerciale attraverso molteplici modalità di offerta;
un’offerta strutturata “per prodotto”, per un totale di eventi non superiore al 35% degli eventi del campionato;
un’offerta contenente diritti relativi alle dirette, riservata ai soli operatori che rivolgono offerte al mercato nelle nuove modalità OTT (“over-the-top”) su reti Internet, IPTV e telefonia mobile;
un’offerta contenente diritti di natura accessoria finalizzati all’arricchimento editoriale e alla differenziazione dell’offerta dei pacchetti principali (ad esempio, trasmissione degli eventi con nuove tecnologie, immagini esclusive, priorità nelle interviste pre gara e post gara)
In dettaglio, i pacchetti pubblicati nell’invito a offrire prevedono:
Pacchetti A e B: comprendono le partite in casa e in trasferta di 8 squadre (248 partite delle 380 totali) per qualsiasi piattaforma audiovisiva, eccetto rispettivamente Digitale Terrestre e Satellitare
Pacchetto C: costituisce un upgrade dei pacchetti A o B e comprende i diritti accessori legati alle dirette (ad es. immagini spogliatoio, riprese tunnel, postazioni in campo etc…)
Pacchetto D: include le 132 partite vendute per prodotto, ovvero le partite diverse da quelle dei pacchetti A e B, oltre ai diritti accessori previsti per i primi due pacchetti dal pacchetto C
Pacchetto E: prevede 114 partite aventi oggetto 3 gare per ciascuna giornata. Tali diritti possono essere esercitati in modalità OTT mediante Piattaforma Internet, Piattaforma IPTV e/o Piattaforma di Telefonia Mobile.
“Le novità introdotte con l’invito a offrire per le stagioni 2015/2018 – ha dichiarato Marco Bogarelli, presidente di Infront Italy – mirano a garantire un sistema che stimoli la concorrenza, che garantisca agli operatori di mercato di poter ulteriormente segmentare la loro offerta, proponendo al consumatore finale molteplici possibilità di accesso al prodotto calcio. Questo significa nuovi strumenti di fruizione per il consumatore, che consentiranno a molti appassionati di avvicinarsi o riavvicinarsi al prodotto calcio in maniera nuova e più moderna rispetto al tradizionale. L’obiettivo ultimo è quello di massimizzare le risorse per la Lega, ampliando il numero di consumatori, in via definitiva i clienti di Lega Serie A”.
“Siamo molto soddisfatti per il risultato ottenuto – ha commentato il Presidente della Lega Serie A Maurizio Beretta – I club venerdì hanno dato il via libera all’unanimità alla pubblicazione dei pacchetti, esprimendo soddisfazione e consenso per il lavoro svolto. Questo è un punto di arrivo significativo, ma non è che il primo passo nella procedura di vendita, per cui siamo contenti di essere partiti col piede giusto e fiduciosi per gli impegni futuri. Andremo sul mercato aprendo alle nuove tecnologie la fruizione del nostro calcio, per diffonderlo sempre più a livello globale, con una particolare attenzione alle nuove generazioni”.

L’offerta al mercato sarà completata con inviti a offrire per i diritti esteri e per altri pacchetti esclusivi e con offerte di diritti non esclusivi per il territorio nazionale, la cui pubblicazione è prevista in una seconda fase. Tali pacchetti, pur non contenendo diritti audiovisivi relativi alle dirette (salvo la radiofonia e il betting) saranno d’interesse anche per gli operatori che non avranno ritenuto di concorrere all’acquisizione dei diritti oggetti del bando pubblicato oggi. Sempre in un’ulteriore fase saranno oggetto di commercializzazione anche la Coppa Italia, la Supercoppa di Lega e le competizioni Primavera.
Lega Serie A invita i partecipanti a presentare le proprie offerte per iscritto entro le ore 12.00 del 5 giugno 2014. Maggiori informazioni sul bando di concorso sono disponibili sul sito della Lega Serie A www.legaseriea.it

Maurizio Beretta

Maurizio Beretta

Infront Italy è la società leader in Italia nella gestione dei diritti sportivi – TV, media e pubblicitari – e uno dei più importanti operatori a livello mondiale del settore. É parte del Gruppo internazionale Infront Sports & Media, con sede a Zug in Svizzera con 20 uffici nel mondo in 10 diversi paesi. Impegnata nella produzione, aggregazione e distribuzione di contenuti media, nei servizi tecnici legati alla distribuzione del segnale televisivo, nell’organizzazione di eventi sportivi, nello sponsoring e nella consulenza strategica di marketing, la società conta oltre 150 professionisti nelle sedi di Milano e Roma. Fiore all’occhiello delle sue attività sono il ruolo di Advisor della Lega Serie A per la commercializzazione dei diritti tv e media dei campionati di calcio di Serie A TIM, TIM Cup e Supercoppa TIM, nonché la gestione marketing e sponsoring di F.C. Internazionale, A.C. Milan, S.S. Lazio, U.S. Città di Palermo, Cagliari Calcio, U.C. Sampdoria e Genoa Cfc. Inoltre Infront gestisce a livello internazionale i diritti televisivi e pubblicitari della Coppa del Mondo di Sci Alpino e Nordico, Snowboard, Freestyle. Dal 1993 è partner CEV per l’offerta e la vendita dei diritti media legati ai Campionati Europei di Pallavolo.

Marco Bogarelli, presidente di Infront Italy (foto Sporteconomy)

Marco Bogarelli, presidente di Infront Italy (foto Sporteconomy)