La pubblicità video su Facebook sbarca in altri 7 Paesi, ma non in Italia

(ANSA) I video pubblicitari che Facebook ha introdotto negli Usa a marzo stanno per sbarcare in altri 7 Paesi: in Europa toccherà il mese prossimo a Francia, Germania, Regno Unito ma non ancora all’Italia. Lo conferma la piattaforma ai media stranieri. Si tratta di spot di 15 secondi che compariranno nel flusso di notizie degli utenti e che partiranno in automatico, senza suoni attivati a meno che non vi si cliccherà sopra. Oltre ai tre Paesi europei, la piattaforma debutterà il prossimo mese – il via ai Mondiali di Calcio non è casuale – anche in Brasile, Giappone, Canada e Australia. L’84% del miliardo e 300 mila utenti di Facebook si trova al di fuori del Nord America: in Brasile gli utenti attivi al mese sono 87 milioni, in Gran Bretagna 34 milioni. Il servizio di video pubblicitari è stato lanciato da poco in forma di test negli Stati Uniti, aperto ad un piccolo gruppo di inserzionisti, fra i quali il network televisivo Nbc. Facebook, secondo quanto riportato da Reuters, ha affermato che i risultati di questa fase iniziale sono stati buoni senza però rilasciare cifre sulla piattaforma. Come per gli Stati Uniti, anche con lo sbarco Oltreoceano il social network sembra procedere con cautela con gli spot ‘auto-play’, che partono in automatico, per evitare di infastidire gli utenti. Ogni spot dovrà superare una sorta di controllo qualità monitorato da Facebook insieme ad Ace Metrix, società di analisi. (ANSA, 21 maggio 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Scende il valore del sistema media rispetto al 2013. Big lontani dal limite

Cairo Communication: nei nove mesi ricavi in calo a 185,7 milioni di euro. Previsto Mol in sostanziale pareggio per La7 a fine anno

Banzai: nei 9 mesi del 2015 i ricavi salgano a 152 milioni; la perdita cresce a 6,5 milioni di euro