Comunicazioni – Cocconi portavoce del sottosegretario Giacomelli

Se il cambiamento vuol essere la cifra con la quale il governo Renzi si fa riconoscere, certo è che la nomina di Giovanni Cocconi a portavoce e capoufficio stampa di Antonello Giacomelli, sottosegretario alle Comunicazioni, sembra andare in quella direzione. Parmigiano doc, Giovanni Cocconi, classe 1967, ci tiene a dire di essere “un giornalista e basta”, uno che non ha “mai avuto tessere di partito in tasca”. Il massimo che concede è che “Europa (di cui è stato vice direttore dal 2007: ndr) è un quotidiano dei democratici e io non sono estraneo a quel mondo, ma non ho mai fatto attività politica né la farò mai”.
Con Giacomelli non si conoscevano e a fare da aggancio sono stati alcuni amici in comune. Per la sua squadra (in cui è appena entrato come capo della segreteria politica Alessio Beltrame, laurea in scienze dell’informazione ed ex assessore al Bilancio della Provincia di Prato) il neo sottosegretario era a caccia di un esperto di media che possedesse una completa visione politica del sistema.

L’articolo integrale è sul mensile Prima Comunicazione n. 450 – Maggio 2014

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’