23 maggio 2014 | 16:29

Il mensile Focus premia i talenti dell’innovazione

Si chiama Fire-Sat ed è un software per la prevenzione e il monitoraggio degli incendi sviluppato dal Consiglio nazionale delle ricerche di Potenza (Imaa-Cnr). Con oltre 37mila voti ha superato tutte le altre idee in gara aggiundicandosi la terza edizione del Premio Innovazione Focus, l’iniziativa del magazine edito da Gruner+Jahr/Mondadori che ogni anno racconta i progetti più innovativi nel panorama italiano. L’iniziativa, che ha raccolto in totale quasi 100mila voti dei lettori, è realizzata con il patrocinio del Politecnico di Milano e la partnership di SisalPay, Ibm, Discovery Italia e Kia.

A consegnare i premi ieri sera nell’Aula Magna del Politecnico di Milano c’era il direttore di Focus Francesca Folda, affiancata dal neo amministratore delegato della casa editrice Roberto De Melgazzi, che lo scorso 12 maggio ha preso il posto di Fabienne Schwalbe, e dal prorettore del Politecnico, Donatella Sciuto. Presenti anche gli ideatori di molti dei progetti che hanno partecipato al concorso, tra i quali spiccano TimeRepublik per la categoria Everyday Life, una bacheca digitale per scambiarsi lavori e servizi sotto forma di tempo; la piattaforma di studio delle lingue Fluentify per la categoria Tecnologia e digital life; e BeYonder sul fronte Media e telecomunicazioni, una videocamera hd che consente riprese sferiche a 360°. Una menzione speciale è infine andata a Fabtotum, una stampante 3d progettata da giovani italiani che già sta facendo il giro del mondo.

L'ideatrice di Fire-Sat

L’ideatrice di Fire-Sat