Lega Calcio – Beretta chiede interventi radicali

Il calcio solo in diritti audiovisivi vale più di un miliardo a stagione. Maurizio Beretta, presidente della Lega Serie A, chiede interventi radicali e sanzioni contro i singoli responsabili di comportamenti deviati.

Maurizio Beretta

Maurizio Beretta

Qualsiasi manuale di pronto soccorso prescrive il ghiaccio in caso di traumi per il semplice, antico motivo che la crioterapia ha la capacità di addormentare e curare la parte dolorante perché il freddo produce un’azione analgesica. Si direbbe che sia questa la prima terapia d’urgenza che ha scelto Maurizio Beretta, presidente dall’agosto del 2009 della Lega Serie A, che raggruppa le società del massimo campionato di calcio nostrano, avendo capito che abbassare i toni, smentire gli allarmi e indurre a una riflessione più pacata è la terapia che ci vuole di fronte alle immagini di Genny ’a Carogna che hanno fatto il giro del mondo. Si tratta dell’ennesima prova della pavidità delle autorità e delle istituzioni del calcio italiane, oltre che del degrado di uno spettacolo che rischia di essere sempre meno appetibile e quindi meno vendibile?

L’articolo integrale è sul mensile Prima Comunicazione n. 450 – Maggio 2014

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mondadori Libri va sui mercati internazionali con il nuovo marchio Rizzoli Electa

PRINCIPALI NOTIZIE E INTERVISTE NEL NUMERO 487 – OTTOBRE 2017

PRINCIPALI SERVIZI E INTERVISTE NEL NUMERO 486 – SETTEMBRE 2017