Mercato

27 maggio 2014 | 15:06

Nasce Turbo, il trading desk italiano indipendente

Martedì 27 maggio, con un evento di inaugurazione negli uffici di Via Tortona a Milano, verrà presentato Turbo, il trading desk italiano indipendente.
L’obiettivo di Turbo – si legge in una nota – è garantire ai marketer i migliori servizi e le migliori performance nel mondo Rtb e Progammatic Buying, mettendo in condizione ogni cliente di raggiungere solo il target desiderato, sul canale più adatto, nel momento migliore, con il messaggio più funzionale e al miglior prezzo, evitando ogni dispersione e aumentando l’efficacia il Roi della comunicazione online .

L’offerta di Turbo è articolata su due diverse linee di business. L’offerta Managed Services è dedicata ai principali brand e centri media a ed è caratterizzata – oltre che dalla gestione di ogni aspetto delle campagne in programmatic – da un approccio consulenziale che include servizi di training e sviluppo di progetti dedicati su tutto il fronte del data management.
L’offerta Self Service è dedicata ad agenzie indipendenti, startup digital, small-medium business e attraverso la piattaforma proprietaria White Rabbit rende accessibile ad ogni marketer – senza alcun costo fisso o minimi garantiti di spending – il mondo programmatic e Rtb con accesso diretto a tutti i principali Exchange e con un audience reach di oltre 90 billion di impression /day, segmentabili tramite Behavioural, Contextual, Demographic, Geo e Retargeting.

Tutti i soci fondatori di Turbo hanno accumulato esperienza nei diversi ambiti del programmatic advertising. Oltre al Ceo Ferrari, fondatore di Neo Network e chairman & Ceo di Zodiak Active sino allo scorso Dicembre, partecipano alla startup Stefano Eligio (Coo) che negli ultimi anni ha sviluppato e diretto a Londra il team di ottimizzazione di Infectious Media, il principale independent trading desk europeo, Claudio Calzolari (Cco), in precedenza digital director di Starcom Mediavest e Marco Franciosa (Cto), in precedenza chief technology officer di Zodiak Active.

Principale investitore di Turbo insieme ai co-founder è Next 14, un company builder focalizzato nel lancio e nello sviluppo di startup con potenziale di scala operanti nell’ecosistema europeo dell’advertising technology a cui partecipano – oltre allo stesso Ferrari e ai suoi soci storici Franciosa e Matteo Scortegagna – imprenditori e manager del settore media e digital tra cui Mauro Del Rio di Buongiorno, l’inglese David Frank, Fondatore di RDF Media, Giorgio Gori, Fondatore di Magnolia e l’americano David J. Moore Presidente di WPP Digital e Chairman di Xasis.