Respinto l’emendamento al Dl Irpef del M5S per fermare la vendita di Ray Way

(ASCA) ”Il rischio che il Governo intenda procedere alla svendita di Ray Way ha trovato oggi significativa conferma nell’ambito del dibattito in commissione al Senato. E’ stato difatti respinto l’emendamento al Dl Irpef proposto da Lello Ciampolillo del Movimento 5 Stelle teso ad escludere Ray Way Spa dalla facolta’ concessa alla Rai Spa di cessione di quote partecipate”. Lo scrive in una nota il senatore del M5S Lello Ciampolillo. ”Il mancato accoglimento dell’emendamento di fatto concede al governo la facolta’ di procedere alla dismissione di Ray Way Spa – prosegue – . Per completezza si ricorda che tale Societa’ pubblica ha effettuato negli ultimi cinque anni investimenti per circa 350 milioni di Euro ed e’ proprietaria degli impianti per la trasmissione e la diffusione del segnale radiotelevisivo, rappresentando dunque una risorsa di carattere strategico per il Paese”. Quindi Ciampolillo conclude ricordando che ”tra i soggetti interessati all’acquisto risulterebbe esservi anche Ei Towers, controllata per il 40% da Mediaset”. (ASCA 28 maggio 2014)

Lello Ciampolillo (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi