29 maggio 2014 | 17:46

Newsweek annuncia nuovi piani di espansione globale

Newsweek ha siglato una partnership con la società di consulenza globale Empirical Media per stringere nuovi accordi di licenza all’estero sia per la rivista su carta che per il sito web. Empirical, che è guidato dal veterano dei media Jim Friedlich, si concentrerà inizialmente sui mercati dell’Europa Centrale e dell’Asia.

La testata ha già diverse partnership di licenza in Corea, Pakistan, Polonia, Giappone e America Latina, grazie alle quali le case editrici straniere pagano per creare le proprie versioni del prodotto editoriale. Secondo il sito Capitalnewyork.com, con i nuovi accordi Empirical si prenderà una parte delle entrate, anche se finora Newsweek non ha specificato quanto.

Etienne Uzac (foto Ibtimes.com)

Etienne Uzac (foto Ibtimes.com)

Etienne Uzac, co-fondatore e amministratore delegato di Ibt Media che ha acquistato Newsweek dalla Iac di Barry Diller la scorsa estate per una somma non rivelata, sostiene che il brand Newsweek ha registrato un crescende interesse dal momento del rilancio negli Stati Uniti e in Europa avvenuto all’inizio di quest’anno, quando il magazine è tornato in stampa dopo un periodo di stallo.

Newsweek vive oggi grazie ai ricavi da abbonamento: Ibt Media punta ai 100mila abbonati nel primo anno, poca cosa in confronto ai più di 3 milioni di lettori che il giornale registrava al suo apice. E l’azienda, che possiede anche The Business Times International e diverse altre testate digitali, intende puntare ora sulle edizioni estere. “Vediamo una significativa opportunità di far crescere il marchio a livello internazionale”, dice Uzac.

Ibt Media è una società privata e non rivela i suoi dati finanziari, ma le stime dicono che ogni accordo di licenza porterà almeno un milione di dollari nel fatturato annuo.