Fico convoca il cda della Rai. Serve una riforma del canone volta al risparmio

(TMNews) “Abbiamo convocato per domani in commissione vigilanza tutto il consiglio di amministrazione della Rai per ascoltare la relazione della presidente Tarantola”. Lo annuncia il presidente della stessa commissione, il deputato del M5s, Roberto Fico.

“Il punto fondamentale è legato ai 150 milioni di euro che non vengono versati alla Rai, ma che sono stati già versati dai cittadini nel 2014 attraverso il canone. I soldi del canone – aggiunge Fico – si trovano all’Agenzia delle entrate che, con decreto di Governo non verserà più 150 milioni alla Rai. Questo per far capire che i cittadini che pagano il canone non risparmiano un euro”.

“Finchè non si fa una riforma del canone non c’è alcuna prospettiva di risparmiare, neanche in futuro. ‘Canone più leggero’ per ora è soltanto uno slogan. Il taglio del Governo ricadrà su Rai Way, una società controllata dalla Rai. Non capisco che senso abbia svendere un asset strategico per il paese come Raiway, che è la società che detiene tutte le antenne, i tralicci e i ponti che diffondono il nostro segnale radiotelevisivo. Siamo tutti d’accordo sul fatto che bisogna fare una revisione di spesa in Rai, ma non svendendo il 49% delle quote di Raiway. La visione economica e strategica del governo non mi piace. Gli sprechi in Rai ci sono, noi del M5S li abbiamo sempre denunciati”. (TMNews 3 giugno 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi