New media

03 giugno 2014 | 16:43

Yandex, il ‘Google russo’, sbarca domani alla borsa di Mosca

(AGI) Il piu’ grande motore di ricerca russo, Yandex, sbarca domani alla borsa di Mosca, sullo sfondo delle pressioni di Mosca sulle grandi societa’ perche’ riducano la loro dipendenza dai listini stranieri. Lo ha annunciato la stessa compagnia in un comunicato. Con sede ad Amsterdam e gia’ quotata al Nasdaq di New York dal 2011, Yandex negoziera’ le sue azioni in rubli sotto la sigla (ticker) Yndx. La compagnia e i suoi azionisti, fa sapere la nota, non intraprenderanno alcuna vendita di azioni in connessione alla quotazione. “La quotazione locale risponde alle richieste degli investitori in Russia”, ha dichiarato il Ceo Arkady Volozh, spiegando che l’iniziativa “ampliera’ in senso internazionale la base azionaria della compagnia e stimolera’ l’interesse degli investitori”. Ad aprile, il vice premier Igor Shuvalov, aveva raccomandato alle compagnie russe di tagliare la loro dipendenza dalle borse straniere e spostarsi a Mosca. (AGI 3 giugno 2014)

Arkady Volozh (foto company.yandex.com)

Pochi mesi fa il presidente russo Vladimir Putin, bollando Internet come un progetto della Cia, aveva puntato il dito proprio contro Yandex, criticandone la scelta di registrarsi in Olanda. Per mitigare i problemi sorti con le autorita’ russe – sostiene Bloomberg – la societa’ ha eletto di recente un fedelissimo di Putin, German Gref (Ceo della piu’ grande banca russa Sberbank), nel suo consiglio di amministrazione. L’anno scorso, Sberbank ha acquistato il controllo di Yandex.Money (il sistema di pagamento online sviluppato dal motore di ricerca) per circa 60 milioni di dollari. (AGI 3 giugno 2014)