Giovanni Floris il conduttore di Ballarò ha voglia di sperimentare cose nuove

Il contratto di Giovanni Floris con la Rai è in scadenza e la trattativa per il rinnovo va a rilento. Il conduttore di Ballaro’ infatti non si accontenta piu’  di essere solo l ‘ autore e il conduttore del talk show del martedi in prima serata – che fa buovi risultati di audience con qualche segno di stanchezza- e vorrebbe fare altre cose.  Floris ha dato cosi incarico al suo agente, Beppe Caschetto, di verificare la possibilita’ di ampliare la propria collaborazione con la rete ( si parla anche di piccole pillole quotidiane giornalistiche) come elemento qualificante per il rinnovo del contratto, vista l’impossibilita’ di prevedere un trasloco su un altro canale Rai, ad esempio Raiuno.
A limitare i margini di manovra di Floris sono il direttore di Raitre Andrea Vianello, che non e’ interessato ad allargare la presenza del giornalista sulla rete, e il direttore generale Luigi Gubitosi, che non vuole sentir parlare di straslochi per Ballaro’ il programma di punta di Raitre insieme a ‘Che tempo che fa’.
Per avere margini di manovra nella trattativa l’agente Beppe Caschetto sta valutando anche altri scenari per il suo campione che fa gola ail mercato televisivo. In prima fila Mediaset che ha bisogno di un tonico per la sua offerta informativa. Floris è un vecchio pallino di Pier Silvio Berlusconi che gia’ nel 2011 si era dato da fare per portarlo nella sua squadra. Allora il giornalista rinnovò l’accordo con la Rai. Oggi la storia potrebbe concludersi diversamente.
L’uscita di Floris da Raitre, significherebbe anche la perdita di Maurizio Crozza della scuderia Caschetto, lasciando pero’ libero il campo ad Andrea Vianello, il direttore di rete, a cui piacerbbe tornare in pista come conduttore bloccato pero ‘ dalla regola aziendale che vieta doppi ruoli.

Giovanni Floris (foto Olycom)

Giovanni Floris (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Duecento testate Usa protestano per la campagna di Trump contro i media “nemici del popolo”

Calcio in diretta social: la Lega Pro sperimenta una partita di Coppa Italia in diretta Facebook e Twitter

Juventus Tv, rinasce sul web con un canale on-demand