Il governo mantiene gli impegni sugli interventi Rai. Lo dice Peluffo, capogruppo Pd in commissione Vigilanza

ROMA (ITALPRESS) “Sullo sciopero decideranno, come e’ ovvio che sia, i sindacati. Hanno una discussione al loro interno, la facciano e decidano come muoversi”. Cosi’ Vinicio Peluffo, capogruppo Pd in commissione Vigilanza, intervenuto questa mattina a Radio citta’ futura, parla dello sciopero Rai del prossimo 11 giugno.

Vinicio Peluffo

Vinicio Peluffo

“Intanto c’e’ da dire – ha aggiunto Peluffo – che sul decreto Irpef, quello che contiene gli interventi sulla Rai, il governo sta mantenendo gli impegni. Impegni che si era assunto con il viceministro Morando proprio in commissione di Vigilanza Rai. Nel senso che due settimane fa Morando aveva detto che la Rai sarebbe stata esentata dall’art. 20 di questo decreto, quello che prevede ogni anno per le societa’ partecipate dallo stato un intervento di revisione della spesa. Quindi la Rai e’ stata esentata da questo intervento. Rimane l’intervento dei 150 milioni ormai famosi. Nell’articolo 21 e’ presente la possibilita’ di cedere quote delle societa’ partecipate. Quote di minoranza. Quindi quando parliamo di Raiway e della cessione di Raiway – ha concluso Peluffo – parliamo della cessione di quote di minoranza: la maggiornaza di Raiway rimane saldamente in mano della Rai, in mano pubblica”. (ITALPRESS 4 giugno 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi