Il dl Irpef determina impatti rilevanti per Rai. Lo dice Annamaria Tarantola

ASCA  Il dl Irpef, che chiede alla Rai di risparmiare 150 milioni per il 2014, ”determina impatti rilevanti per l’azienda, ai quali si aggiungono i minori ricavi da canone gia’ stimati per maggiore morosita’ e mancato adeguamento. Si parla di 162 milioni di euro calcolati al 31 dicembre 2014”. Lo afferma il presidente della Rai Anna Maria Tarantola durante un’audizione davanti la commissione di Vigilanza. Di queste conseguenze, aggiunge Tarantola, e’ stato informato il governo. E’ stata infatti inviata, dice, ”una lettera a firma congiunta mia, del direttore generale e dei membri del Cda per informare l’azionista di riferimento, il Tesoro, sugli effetti del decreto”. Una lettera, assicura Tarantola, che ”non ha un intento polemico, e’ solo un’informazione sugli effetti del decreto legge 66 e le azioni che saranno necessarie per il suo rispetto”. (ASCA 4 giugno 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi