Facebook con Pryte vuole rivoluzionare il modo di comunicare nei Paesi emergenti

Facebook ha acquisito la start up finlandese Pryte, fondata lo scorso anno a Helsinki, con l’obiettivo di rivoluzionare il modo di comunicare nei Paesi emergenti promuovendo partnership tra i fornitori di app e contenuti e gli operatori mobili.
Come? Vendendo pacchetti di dati da utilizzare per consultare applicazioni specifiche come Facebook e Instagram, riducendo così i costi di connettività per gli utenti, che non potrebbero permettersi abbonamenti mensili più onerosi.
L’acquisizione – i cui termini finanziari non sono stati resi noti – è da leggersi alla luce del progetto Internet.org, con cui Mark Zuckerberg si propone di connettere sempre più persone alla Rete. Grazie infatti ai rapporti di Pryte con gli operatori wireless dei Paesi emergenti, Facebook avrà più rapidità d’azione per realizzare le iniziative di Internet.org (P.Cav.)

Mark Zuckerberg, ceo di Facebook

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Nbc entra nel consorzio OpenAp dove raggiunge Fox, Turner e Viacom

Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale. Cresce l’ebitda di Base Per Altezza