Rai: Il taglio di 150 milioni riguardera’ solo l’anno 2014. Lo annuncia il senatore del Pd Fornaro, membro della commissione Vigilanza Rai

(ITALPRESS) “Grazie all’azione del Pd in commissione e alla disponibilita’ del Governo, sulla Rai sono stati raggiunti importanti miglioramenti rispetto al testo originario del decreto. Il taglio di 150 milioni riguardera’ solo l’anno 2014: la Rai sara’ infatti esentata dalla riduzione nel biennio 2014-2015 dei costi operativi delle societa’ partecipate dallo Stato, cosi’ come regolato all’articolo 20 del Dl Irpef”. Lo rende noto il senatore del Pd Federico Fornaro, membro della commissione di Vigilanza Rai. “E’ stato anche ribadito – continua – l’obbligo per la Rai a mantenere una redazione giornalistica per ogni regione, senza impedire peraltro all’azienda di intervenire per razionalizzare, ad esempio, il patrimonio immobiliare delle attuali sedi regionali, eliminando sprechi e inefficienze. Infine, nel nuovo testo si autorizza espressamente la Rai a cedere quote di Rai Way per compensare il taglio dei 150 milioni, in una logica di valorizzazione della minoranza di un asset, e non gia’ di una sua privatizzazione e svendita”. (ITALPRESS 04 Giugno 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi