Televisione

05 giugno 2014 | 15:17

Cda Rai: presentati i palinsesti di Raiuno. Trattativa in corso con Floris

(ANSA) Sono stati presentati i palinsesti di Rai1 nel consiglio di amministrazione che si è tenuto a Viale Mazzini. Ad illustrarli – secondo quanto si apprende – il vicedirettore generale Antonio Marano e il direttore della rete Giancarlo Leone. Novità alla domenica con Domenica In condotta quest’anno da Paola Perego, che prende il timone da Mara Venier, e con una versione dell’Arena di Massimo Giletti che si allunga di mezz’ora. Quattro le serate settimanali previste per Porta a Porta di Bruno Vespa, anche se dieci puntate saranno sostituite da un programma di Duilio Giammaria. E’ slittata alla prossima settimana la presentazione dei palinsesti di Rai2 e Rai3. Solo un accenno in cda alla trattativa in corso con Giovanni Floris, che ha il contratto in scadenza, e che vorrebbe fare qualcosa in più rispetto al solo Ballarò, come ad esempio delle pillole informative quotidiane. Il dg Luigi Gubitosi ha confermato che l’accordo non è stato ancora raggiunto. Si è accennato anche alla possibile presenza di un’offerta di Mediaset per il conduttore. Secondo quanto indicato ieri in commissione di Vigilanza dal presidente Anna Maria Tarantola, i contratti in scadenza dovrebbero essere tagliati del 10-20% come avvenuto nel recente passato. Oltre a Floris sono vicini al termine quelli di Bruno Vespa, Antonella Clerici e Carlo Conti. I palinsesti dovrebbero essere approvati il 12 giugno o più probabilmente in una seduta successiva. Il 12, infatti, la riunione del cda dovrebbe essere almeno in parte occupata dalla presentazione del parere sulla costituzionalità delle norme sulla Rai contenute nel decreto Irpef, a partire dal taglio di 150 milioni ai trasferimenti, chiesto ad Enzo Cheli dal vertice di Viale Mazzini e dalla successiva discussione sul possibile ricorso. La presentazione dei palinsesti è in programma il 25 giugno a Milano e il 26 a Roma. (ANSA, 5 giugno 2014)

Giancarlo Leone (foto Olycom)

Giancarlo Leone (foto Olycom)