Bompieri (Rcs) replica a Wired sui clic fasulli al Corriere.it: “Campagna bloccata appena ci siamo accorti”

Alessandro Bompieri, direttore generale Media del Gruppo Rcs, commenta l’articolo pubblicato questa mattina da Wired.it secondo il quale il sito del Corriere della Sera avrebbe gonfiato il traffico internet con l’acquisto di clic fasulli.

“Leggo con stupore l’articolo di Wired.it”, dice Bompieri. “Abbiamo fatto una campagna di web marketing per far conoscere Corriere.it nei giorni festivi di Pasqua. Appena verificato che alcuni siti stavano veicolandola in modo improprio, l’abbiamo bloccata”. “Segnalo peraltro – aggiunge – che rispetto ai dati di accesso al sito nel mese di aprile, le impression totali generate da quella campagna sono state tra i 2 e i 3 milioni, un dato ben poco significativo se confrontato con i circa 740 milioni di page views nel mese”.

Alessandro Bompieri (foto Studio Franceschin)

Alessandro Bompieri (foto Studio Franceschin)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’Ue apre un’indagine sull’acquisizione di Shazam da parte di Apple

Tribunale accoglie ricorso di Tim e Vivendi: no a revoca consiglieri

Giornalisti sempre più vecchi, età media da 47 a 58 anni. Casagit: “Frana occupazionale”