Mercato

06 giugno 2014 | 12:23

Terre di Mantova, l’app gratuita per scoprire il territorio mantovano

‘Cultura da vivere, natura da scoprire’ è il claim che accompagna Terre di Mantova, il progetto voluto dalla Provincia di Mantova e dal presidente Alessandro Pastacci con lo scopo di consolidare la sua identità, rafforzare la sinergia tra imprese e istituzioni, valorizzare il potenziale turistico, economico, culturale e ambientale e coordinare la promozione turistica con le eccellenze locali.

Al centro del progetto – si legge in una nota – c’è l’applicazione gratuita ‘Terre di Mantova’, disponibile per Android e Mac OS X in italiano, inglese e tedesco, che diventa lo strumento fondamentale per accompagnare i turisti nel territorio della provincia, seguendoli in ogni singolo passo: dalla pianificazione del viaggio prima della partenza, all’esplorazione del territorio durante le escursioni, sino alla condivisione social della propria esperienza.


L’app Terre di Mantova – sviluppata dalla ditta Geographike di Siena – propone alcuni itinerari turistici tematici, concepiti nel rispetto dei principi di trasversalità territoriale, che valorizzano le specificità di ogni zona della provincia mantovana, come la varietà dell’offerta di servizi e le infrastrutture diversamente sviluppate. La Provincia di Mantova investe così in un progetto che permette a tutti i singoli Comuni del territorio di fare rete in modo innovativo, per la prima volta in Italia.
Inoltre nell’app si trovano itinerari e piano di viaggio personalizzati; esplorazione delle risorse del territorio attraverso mappe e descrizioni dettagliate; news ed eventi in evidenza; area Preferiti in cui poter salvare i contenuti da consultare offline; atlante offline; percorsi ciclo turistici; diario di viaggio; realtà aumentata; condivisione social (Facebook e Twitter); cartoline personalizzate.

“L’applicazione Terre di Mantova è il frutto di un grande lavoro corale, una modalità nuova di pensare alla promozione culturale e turistica del territorio”, dice il Presidente Pastacci. “Per la prima volta un progetto diffuso coinvolge oltre 70 comuni della Provincia di Mantova, e il capoluogo stesso, per rivedere le strategie di comunicazione verso il digitale, i social media e ogni mezzo che possa essere strumento dinamico per i turisti e per gli operatori, per rendere più smart e davvero accogliente il territorio. Sono stati censiti 1050 monumenti e siti culturali e paesaggistici ritenuti significativi, e l’app è in continuo divenire per diventare un reale strumento utile per tutti gli utenti, una vera e propria guida digitale”.

Per quanto riguarda i flussi turistici in provincia di Mantova nel 2013: gli arrivi di turisti nel 2013 crescono del 7,1%, aumentando del 3,6% anche le presenze fino a superare per la prima volta le 500.000 notti trascorse sul territorio. Sono soprattutto gli stranieri a Mantova e provincia che contribuiscono all’aumento sia degli arrivi (+12,4%) sia delle presenze (+9,2%). È confermato il trend di provenienza del turismo italiano, che resta di prossimità: 30,3% Lombardia, che sale al 61% sommata a Piemonte, Emilia Romagna e Veneto. Il primo mercato straniero per Mantova resta la Germania con il 26,4%, che insieme alla Francia raggiunge il 38%. Israele si conferma come mercato emergente (+25,3%), ma crescono significativamente anche i flussi provenienti da Spagna (+20%) e Austria (+31,2%).

L’offerta ricettiva in provincia aumenta del 2,4%, un dato riconducibile esclusivamente al comparto extralberghiero che cresce del 3,6%; cala invece l’offerta alberghiera del 2,1%. Dal 2009 l’andamento dell’offerta ricettiva registra un costante aumento dell’extralberghiero, fino a detenere nel 2013 il 54% del totale dei posti letto in provincia.
Il toc (tasso d’occupazione camere) generale del 2013 è in crescita rispetto ai due anni precedenti: 35,95% (48,52 % alberghiero e 26% extralberghiero). Nel quinquennio 2009-2013 l’andamento della domanda ha registrato una crescita in tutti i comparti: le strutture alberghiere a 4/5 stelle hanno raggiunto il TOC più significativo pari a 65,4% , anche se in diminuzione rispetto al 2012 (-5,1%).

Secondo l’indagine della Banca d’Italia sulla spesa turistica, continua – per la provincia virgiliana – l’andamento in crescita della spesa, che si riporta sui valori del 2010, pari a 73 milioni di euro e colloca la provincia di Mantova al settimo posto in Lombardia e al primo posto tra le province del Sistema Turistico Po di Lombardia (Mantova, Cremona, Lodi, Pavia).