Carlo De Benedetti prende il largo da Cir

“Cir-Compagnie Industriali Riunite rende noto che è stata presentata una sola lista per la nomina del Consiglio di amministrazione per gli esercizi 2014 – 2016 di cui all’Assemblea ordinaria e straordinaria convocata per il giorno 28 giugno 2014 alle ore 10,00 in prima convocazione e per il giorno 30 giugno 2014 stessa ora, in seconda convocazione”. Inizia cosi il comunicato  diffuso il 6 giugno da Cir Group che fa capo alla Cofide-Gruppo De Benedetti e che controlla il 55,9% dell’Editoriale L’Espresso. La notizia è che dal Cda esce l’ingegner Carlo De Benedetti, che dovrebbe assumere la presidenza onoraria del gruppo che ha fondato nel 1976. Suo figlio Rodolfo De Benedetti è confermato presidente e Monica Mondardini amministratore delegato. Del consiglio fanno parte anche Edoardo De Benedetti e Marco De Benedetti, figli di Carlo, e il fratello Franco Debenedetti. Otto i consiglieri  indipendenti: Maristella, Botticini, Silvia Giannini, Giampio Bracchi, Franco Girard, Stefano Micossi, Michael Pistauer, Claudio Recchi e Guido Tabellini.

Carlo De Benedetti (foto Olycom)

Carlo De Benedetti (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Calcio in tv, a Napoli è boom dei decoder pirata con Dazn

Tragedia di Genova, dopo il duro colpo alla reputazione del gruppo, l’impegno di Autostrade ‎per la città

Dazn, primo accordo extra-televisivo: Serie A in streaming ai clienti Tim