Comunicazione, New media

10 giugno 2014 | 15:20

Come si comportano banche e istituti di credito sui social media? Se ne parla il 24 giugno in un convegno a Milano (DOCUMENTO)

Social Minds ha rilasciato il Secondo Estratto della II Edizione della Ricerca (pdf), contenente la sintesi di alcuni risultati ottenuti nella parte finale dell’indagine, quella connessa al monitoraggio della rete. Il progetto, giunto alla sua II Edizione, ha l’obiettivo di analizzare i modelli di utilizzo ed efficacia dei social media per il business da parte delle banche italiane. 

La ricerca ha complessivamente preso in esame un panel di 47 banche italiane, mentre quelle monitorate nella fase di ascolto del web, oggetto del Secondo White Paper, sono state 28, le più social dello scenario italiano.

Il documento si focalizza sull’analisi delle conversazioni on line condotta, in collaborazione con Reputation Manager e avvenuta in tutto il web attraverso il sistema di “Human Search Simulation”, per capire come vengono percepite le banche italiane, quali sono gli argomenti di discussione principali e come se ne parla in rete. Nell’estratto, poi, attraverso l’elaborazione delle più rilevanti metriche di social media analytics, vengono valutate le performance dei canali social delle banche italiane e il loro livello di engagement. Infine, trova spazio un approfondimento dedicato alla Social Collaboration, per comprendere se il settore bancario è pronto per adottare strumenti interni che agevolino la connessione e la collaborazione tra i dipendenti, la condivisione delle informazioni e i processi di co-creation.

I dati presentati nel Secondo White Paper fanno riferimento al periodo che va dal 1 Febbraio 2014 al 15 Marzo 2014. Dall’analisi delle conversazioni on line, si evince che la maggior parte dei contenuti ha un sentiment neutro (48%), quelli a carattere negativo costitutiscono una percentuale significativa (42%), mentre quelli con segno positivo coprono il 9% delle conversazioni.

Emerge, inoltre, che i clienti e i prospect delle banche concentrano le conversazioni, fra pari o rivolte a esperti, sui seguenti temi: il 30% del conversato online confluisce nella macro-area «Servizi Banca», il 29% delle rilevazioni ha a che fare con i «Prodotti Bancari», attorno alla categoria «Finanziamenti e Risparmio» ruota il 22% del conversato, le rilevazioni afferenti al «Brand» rappresentano il 18% di quelle osservate.

I risultati sottolineano anche la rilevanza delle le esperienze personali all’interno del conversato on line. Le categorie maggiormente discusse sono: «Personal stories» (48%), «Customer Satisfaction» (21%), «Lamentele e reclami» (19%), «Suggerimenti e segnalazioni» (12%).

Nel Secondo White Paper, sempre in riferimento al periodo di osservazione 1 Febbraio- 15 Marzo 2014, è riportata anche una classifica delle Fan Page ufficiali delle principali banche italiane presenti su Facebook per numero di Fan Totali e per numero di Fan Attivi e un’analisi strutturale dei post che hanno raccolto il maggior numero di like. Infine, si trova un elenco degli hashtag maggiormente citati all’interno degli account Twitter delle banche esaminate.

I risultati complessivi della ricerca, insieme alla presentazione di alcune case history, saranno illustrati durante l’Italian Social Banking Forum del 24 Giugno 2014 presso il Centro Congressi Palazzo Stelline. Per registrarsi all’evento: form di registrazione all’evento: http://www.socialminds.it/registrati
Oltre all’analisi sulle banche, verrà presentata anche una ricerca sull’identità digitale dei top executive dei principali istituti bancari che parteciperanno all’evento.
Al convegno, che si articolerà secondo il seguente programma, saranno presenti le migliori esperienze del social banking italiano: Banca Popolare Etica, BNL, Banca IFIS, Deutsche Bank Italia, ING DIRECT Italia, IWBank, UniCredit.
Ci saranno anche, con interventi di approfondimento su social collaboration, social caring e analisi reputazionale, Social Bullguard e Wintech in qualità di sponsor della Ricerca e Reputation Manager in quanto partner tecnologico di Social Minds.

Scarica/leggi  il  Secondo Estratto della II Edizione della Ricerca (pdf).