12 giugno 2014 | 9:07

Accordo tra Class Editori e Century Fortunet per la più grande piattaforma di e-commerce b2b cinese

A Pechino, in occasione del Business Forum sino –Italiano e alla presenza dei Primi ministri Matteo Renzi e Li Keqiang, sono stati firmati i dieci più’ importanti contratti fra aziende italiane e cinesi. Fra questi, è stato firmato il contratto tra Class Editori di Paolo Panerai e il gruppo cinese Century Fortunet Limited nella persona della chairperson Madam Guo Hong, presidente anche del Century International group: telecomunicazioni, cablature, satelliti, che ha come oggetto una serie di attività che Class Editori direttamente e attraverso sue controllate e collegate, condurrà in Italia per lo sviluppo di CCIGMall, la piattaforma di e-commerce B2B fondata da Century Fortunet Limited, e costruita congiuntamente da alcune dei maggiori gruppi e istituzioni straniere tra cui Bank of China, China Union Pay, China Telecom e il China Council for the promotion of international trade.

Come riporta il comunicato stampa del gruppo editoriale, la piattaforma di e-commerce CCIGMall, che è in piena conformità con i principi del Wto di non discriminazione, commercio equo e trasparenza, prevede di favorire il commercio elettronico tra i dettaglianti cinesi, che già hanno aderito e che aderiranno alla piattaforma, permettendo loro l’accesso a oltre mille tipologie di prodotti scelti tra gli otto paesi europei e americani, tra cui l’Italia, primo paese estero scelto sia per il settore food sia per il settore fashion, shoes & luxury goods and design. Per questi due settori Class Editori, attraverso collegate, svolgerà funzioni di main agent, selezionando aziende e prodotti.
Attraverso un innovativo modello di business-to-business basato su internet, sulle più recenti tecnologie di marketing online e una filiera commerciale e logistica di qualità che a regime punta ad arrivare a 3 milioni di retailers, CCIGMall Platform fornirà a partire dal prossimo ottobre un servizio completo per i dettaglianti, che va dall’ordinativo, al pagamento on-line, alla logistica e al credito finanziario e assicurativo, permettendo ai consumatori cinesi di poter acquistare prodotti italiani affidabili e di alta qualità a prezzi competitivi.
CCIGMall ha in progetto il raggiungimento di 150 miliardi di dollari di transazioni nei prossimi cinque anni, e prevede che più di 45 miliardi di euro di merci saranno acquistati in Italia e in altri paesi europei. Il secondo step, grazie al ruolo di China Telecom, sarà quello di diventare anche piattaforma B2C.
Sulla base della grande richiesta di prodotti italiani nel mercato cinese, e le politiche dal governo italiano a sostegno di una maggiore presenza delle piccole e medie imprese italiane sul mercato cinese, la piattaforma (alternativa ad Alibaba) consentirà quanto migliaia di Pmi desiderano da tempo, cioè avere la più capillare rete di distribuzione su tutto il territorio cinese senza dover fare investimenti fuori dalla loro portata.
Class Editori, oltre che main agent per i due settori principali del made in Italy, sarà direttamente agente esclusivo per l’Italia per la vendita della pubblicità sulla piattaforma CCIG Mall e per la produzione di contenuti relativi ai prodotti che saranno veicolati attraverso la piattaforma e che offriranno ai retailer cinesi tutte le informazioni necessarie per poter sviluppare i loro acquisti. Infine Class Editori assumerà il ruolo di coordinatore degli agent degli altri settori.