12 giugno 2014 | 14:25

Su Facebook pubblicità sempre più mirata grazie a un maggiore controllo e personalizzazione degli annunci da parte delle persone

Facebook annuncia oggi alcuni miglioramenti in direzione di una maggiore rilevanza della pubblicità online in base ai reali interessi delle persone e di livelli superiori di controllo e trasparenza delle informazioni condivise in rete. Ad oggi questi cambiamenti riguardano solamente gli Stati Uniti, anche se l’obiettivo è quello di un lancio globale nei prossimi mesi.

Le novità – spiega una nota – riguardano il ricorso alla pubblicità basata sugli interessi (Interest-Based advertising) e lo strumento Ad Preferences, che permettono rispettivamente di ricevere pubblicità più rilevanti in base ai propri interessi e di controllare e gestire in modo ancora più informato e consapevole i criteri che determinano la visualizzazione di uno specifico annuncio.

Lo strumento Ad Preferences informa la persona sul perché sta vedendo quel particolare annuncio e le permette di consultare e modificare le categorie di interesse con l’obiettivo di mostrare i post sponsorizzati che sono di reale interesse per lei.
Ecco come funziona: si può cliccare su qualsiasi annuncio pubblicitario su Facebook per sapere perché si sta vedendo quel particolare annuncio. Si possono anche consultare le categorie di interessi associate al proprio profilo, aggiungerne di nuove o rimuoverne altre con lo scopo di vedere gli annunci che realmente sono di interesse.

La seconda novità – continua la nota – consiste nell’utilizzo di informazioni relative alle visite ai siti web, ai like alle pagine e all’utilizzo di applicazioni mobili per mostrare annunci pubblicitari più rilevanti alle persone, offrendo un’esperienza migliore all’interno di Facebook.

Da oggi Facebook inizierà ad informare le persone che utilizzano il social network negli Stati Uniti sulla raccolta di questo tipo di informazioni e su come queste consentiranno di mostrare loro annunci più rilevanti.

Questa nuova modalità, facendo leva sulle categorie di interesse, fornisce alle persone contenuti realmente rilevanti per loro e consente alle aziende di ottenere eccellenti performance in termini di ottimizzazione e personalizzazione.

“Nello sviluppare questo strumento Facebook ha messo come sempre la tutela della privacy al primo posto”, si legge nella nota. “Innanzitutto sarà possibile disattivare totalmente questo tipo di pubblicità utilizzando lo strumento messo a disposizione dalla Digital Advertising Alliance (opt-out tool), supportato da Facebook e da altre 100 aziende, o utilizzando gli strumenti forniti attraverso il proprio device Android o iOS. Le persone che invece decideranno di consentire la pubblicità basata sugli interessi potranno verificare e gestire le categorie di interessi associate al loro profilo attraverso lo strumento di pubblicità Ad Preferences”.

Cliccando sull’angolo in altro a destra di ogni annuncio sarà possibile scoprire la propria appartenenza a una categoria di interesse sulla base di tre tipologie di informazioni – demografica, geografica e interessi – e si potrà stabilire cosa continuare a vedere all’interno del proprio Diario, rimuovendo categorie di interesse e i corrispondenti annunci in caso non siano rilevanti.