Editoria, New media

12 giugno 2014 | 18:02

Il Guardian e Kickstarter insieme per il crowdfunding del giornalismo

Il famoso sito di crowdfunding Kickstarter sta guardando con sempre maggiore attenzione al mondo dell’informazione ed sta sviluppando con il Guardian una nuova iniziativa finalizzata a individuare progetti con un alto potenziale giornalistico.

In arrivo su Kickstarter c’è infatti una nuova categoria dedicata ai progetti di giornalismo in cerca di sostegno finanziario, come avviene già per altri settori compresi la tecnologia e il cinema. Allo stesso tempo il Guardian ha aperto una pagina su Kickstarter nella quale periodicamente pubblicherà i progetti degni di nota.

Caspar Llewellyn Smith

Caspar Llewellyn Smith

Caspar Llewellyn Smith, capo della sezione cultura al Guardian, ha commentato: “Siamo entusiasti dei nuovi modelli di giornalismo e l’attenzione di Kickstarter sul quarto potere è un’iniziativa che siamo felici di sostenere pubblicando i progetti che riteniamo più interessanti”.

“La categoria giornalismo di Kickstarter è lo spazio creato ad hoc per quella tipologia di progetti finora apparsi in altre aree del sito e riflette il nostro interesse nel far crescere i nuovi modelli di giornalismo”, hanno detto i vertici di Kickstarter. “Fino ad oggi più di 10 milioni di dollari sono stati finanziati per oltre 2mila progetti di giornalismo, radio e podcast”.

Tra le idee giornalistiche finanziate tramite Kickstarter negli ultimi cinque anni ci sono Homicide Watch, un esperimento di online reporting volto a coprire ogni omicidio a Washington per un anno; il progetto di informazione digitale longform chiamato Matter co-fondato dall’ex del Guardian Bobbie Johnson e successivamente acquistato da Ev Williams’Medium; e l’iniziativa annuale del Vancouver Observer chiamata Tar Sands Reporting, incentrata sull’impatto dell’industria delle sabbie bituminose sulla società canadese.

The Guardian ha anche sviluppato Contributoria, una piattaforma di crowdfunding per il giornalismo lanciata nel gennaio di quest’anno. I membri della community di Contributoria collaborano su tutti gli aspetti del processo di scrittura tra cui la messa in servizio, l’editing e la pubblicazione.