Televisione

13 giugno 2014 | 17:17

Tgr, la testata giornalistica della Rai, avvia una serie di campagne informative settimanali sui temi di maggiore rilevanza sociale. Si comincia dalla sicurezza sul lavoro

(Asca) Piu’ di ottocento morti l’anno, oltre 650mila infortuni denunciati: sono le cifre impressionanti della vera e propria guerra che si combatte ogni giorno sui posti di lavoro in Italia. Non che in tutta Europa le cose vadano meglio:gli ultimi dati parlano di 3 milioni di infortuni e 4mila morti l’anno in tutto il territorio dell’Unione. Bastano forse queste cifre a spiegare la scelta della Tgr, la testata giornalistica della Rai, di cominciare proprio dalla sicurezza sul lavoro la serie di campagne informative settimanali sui temi di maggiore rilevanza sociale che vedranno impegnate periodicamente tutte le redazioni regionali della Rai in una sorta di grande staffetta dell’informazione, regione per regione, citta’ per citta’, per raccontare dai territori le grandi questioni aperte nel paese: la scuola, la legalita’, l’immigrazione, i beni culturali, ecc. Dal 16 al 20 giugno le 24 redazioni regionali della Tgr (una per regione, oltre quelle dedicate all’informazione per le minoranze linguistiche tedesca, ladina e slovena) saranno impegnate a raccontare un’Italia fatta di grandi emergenze ma anche di esempi virtuosi: dal dramma dell’amianto alle aziende che vantano il primato della sicurezza, dalle difficolta’ dei controlli sui cantieri alle iniziative per la cultura della prevenzione in scuole e universita’, dagli incidenti domestici alla questione nuove dello stress da lavoro, dai casi di cronaca alle buone pratiche per la sicurezza. Dalle teche delle sedi regionali riemergeranno fatti di cronaca dimenticati, storie, personaggi, che ci aiuteranno a capire come certe vicende siano andate a finire, se la giustizia ha fatto il suo corso, se chi aveva diritto e’ stato indennizzato, come vive chi ha avuto la sfortuna di rimanere vittima di un incidente che gli ha cambiato l’esistenza. Non mancheranno momenti di approfondimento, consigli operativi, informazioni di servizio, indicazioni pratiche, anche con l’intervento di esperti, per sapere cosa fare nella propria citta’ e nella propria regione, per avere aiuto, notizie, assistenza, per avere consapevolezza dei proprio doveri e saper riconoscere e rivendicare i propri diritti. Questa nuova offerta editoriale, che parte la prossima settimana in forma sperimentale, fa parte del progetto di rilancio e consolidamento dell’informazione regionale, con nuovi prodotti e nuovi linguaggi piu’ aderenti alle grandi trasformazioni in atto nel sistema della comunicazione. Un sistema globale nel quale l’informazione dal territorio e’ destinata ad avere sempre maggiore rilevanza.