New media

16 giugno 2014 | 15:10

L’iWatch di Apple uscirà in autunno e sarà focalizzato su benessere e salute

(ANSA) L’iWatch è sempre più vicino per Apple: indiscrezioni indicano che arriverà in autunno e avrà implicazioni nella vita di tutti i giorni, specialmente per benessere e salute. E’ quanto emerge da un lungo profilo a tutto tondo di Tim Cook, Ceo della Mela Morsicata, realizzato dal New York Times intervistando alcuni dei suoi collaboratori più vicini, in primis Jonathan Ive, capo design e senior vice presidente di Apple, secondo il quale con Cook i valori di Steve Jobs sono ancora in vita. ”Nulla è cambiato”, afferma Ive riferendosi all’innovazione per la Apple del dopo Steve Jobs, ”le persone – ha aggiunto – si sono sentite esattamente allo stesso modo di quando stavamo lavorando all’iPhone”, cioè una delle fasi più creative dell’azienda. Oltre ad Ive, altri impiegati sentiti dal quotidiano della Grande Mela descrivono l’approccio di Cook allo smartwatch in cantiere, dispositivo che però Apple non ha mai confermato. Secondo queste fonti, l’Ad di Cupertino avrebbe delegato le minuzie ingegneristiche al team dirigenziale per concentrarsi sulle sue possibilità di impiego, come il monitoraggio di parametri vitali di chi lo indossa. Oramai un trend che hanno imboccato Samsung e a breve, secondo rumors, anche Google. L’orologio ‘smart’, spiegano, arriverà nel quarto trimestre del 2014. Il Nyt riporta poi una confidenza che Cook avrebbe fatto a Bono Vox degli U2: l’attuale Ceo avrebbe detto di non voler “sostituire” Steve Jobs, ma di provare a rimpiazzarlo “con almeno cinque persone”. Quasi a spiegare l’acquisizione da 3 miliardi di dollari di Beats, che per la musica ha due capisaldi come il produttore discografico Jimmy Iovane e il musicista Dr.Dre. (ANSA, 16 giugno 2014)

Tim Cook (foto Olycom)

Tim Cook (foto Olycom)