La crisi non tocca la telefonia mobile. E’ quanto rilevato da un sondaggio di Facile.it

(MF-DJ)Neppure in periodi di crisi, le famiglie italiane badano a spese sul fronte del traffico di telefonia cellulare.
Secondo un’indagine condotta da Facile.it, al netto del traffico effettuato con abbonamenti aziendali, ogni famiglia spende in media 607 euro all’anno per soddisfare le proprie esigenze di comunicazione via telefonino.
Le ricaricabili, spiega il portale, rappresentano poco meno dell’80% del mercato complessivo, pur tenendo conto della crescita progressiva degli abbonamenti, trainata dall’opportunità di includere in comodato nell’offerta un cellulare di ultima generazione.
Inoltre, nonostante la diffusione delle app di messaggistica gratuita, gli sms continuano a essere utilizzati. La media è di quattro al giorno. Per quanto riguarda la navigazione da cellulare, chi cerca un nuovo operatore telefonico dichiara un consumo pari a circa 1 gb di dati al mese. Tra chi si è collegato al portale alla ricerca di una tariffa migliore, rivela infine Facile.it, oltre uno su tre possiede più di un telefono cellulare, il 17% ha anche un tablet e il 6% è attualmente legato alla tariffa proposta da un operatore virtuale come Poste Mobile o Fastweb Mobile. (MF-DJ 17 giugno 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Nbc entra nel consorzio OpenAp dove raggiunge Fox, Turner e Viacom

Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale. Cresce l’ebitda di Base Per Altezza