Nuovi direttori ai giornali locali del Gruppo Espresso

(ANSA) Nuovi direttori nei giornali locali del Gruppo Espresso. Antonio Ramenghi il prossimo 30 giugno lascia la direzione dei quattro giornali veneti della Finegil: il mattino di Padova, la tribuna di Treviso, la Nuova Venezia e il Corriere delle Alpi (Belluno). Nuovo direttore sarà Pierangela Fiorani, attualmente alla guida della Provincia pavese e della Sentinella del Canavese (Ivrea). Entrambi questi giornali saranno diretti da Alessandro Moser che lascia quindi la direzione della Gazzetta di Reggio. Il cui direttore sarà Paolo Cagnan. ”Dopo aver rafforzato in Veneto l’autorevolezza e l’influenza dei quattro giornali da lui diretti, Ramenghi – scrive in una nota l’editore – conclude una intensa carriera professionale; era infatti entrato nel Gruppo Espresso nel 1983: in principio a Repubblica – dove ha guidato la sezione economia di Roma e le redazioni di Bologna e di Milano – in seguito all’Espresso, vicedirettore per dieci anni. Prima di assumere la responsabilità dei quotidiani veneti è stato direttore anche della Gazzetta di Modena. A Ramenghi va il caloroso ringraziamento dell’Editore per l’impegno profuso in oltre 30 anni di attività giornalistica sempre svolta con rigore e passione civile”. Pierangela Fiorani ha un lungo trascorso professionale nel Gruppo: dal 2006 direttore della Provincia pavese, dal 2012 anche della Sentinella; in precedenza ha lavorato a “Repubblica” dove, tra l’altro, ha ricoperto l’incarico di capocronista di Milano. Alessandro Moser ha una consolidata esperienza di direzione dei giornali del gruppo: negli ultimi due anni alla Gazzetta di Reggio e nei sette precedenti alla tribuna di Treviso. E’ stato inoltre vicedirettore del quotidiano Trentino. Paolo Cagnan, fino a ora caporedattore dei giornali Alto Adige e Trentino, è anche collaboratore dell’Espresso per il quale ha firmato importanti inchieste. E’ autore di numerosi saggi e libri. (ANSA, 17 giugno 2014)

Antonio Ramenghi

Antonio Ramenghi

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La giornata mondiale dell’infanzia è sulla Rai. Foa: per il servizio pubblico un dovere dare spazio

Vivendi: proroga di 6 mesi per indagini sulla tentata scalata a Mediaset da parte della media company francese

Da adv video, native e mobile un incremento delle revenue degli editori del 26%. Previsioni Oath-Iab Europe