Comunicazione, TLC

20 giugno 2014 | 14:58

L’Agcom approva il bilancio 2013: risparmiati 13,5 milioni di euro in 3 anni

(ANSA) Tra il 2010 e il 2013 l’Agcom ha speso 13,5 milioni di euro in meno. Lo comunica la stessa Autorità, il cui Consiglio ha approvato il bilancio consuntivo relativo all’esercizio 2013. Il bilancio, spiega la nota, “mostra un significativo contenimento delle spese correnti dell’Autorità e riflette l’incisiva azione di riduzione dei costi e di razionalizzazione delle spese, avviata dal 2010 e consolidatasi nel successivo triennio. Nel periodo 2010-2013, infatti, le spese correnti hanno fatto segnare una contrazione di oltre il 17% con risparmi complessivi in valore assoluto di 13,5 milioni”. Questi benefici, dice ancora la nota, “pur non riverberandosi sul bilancio pubblico in quanto il finanziamento dell’Agcom è interamente a carico dei soggetti regolati, sono destinati a generare maggior efficienza nell’azione dell’Autorità a vantaggio di imprese e consumatori”. I risultati raggiunti si devono a una duplice azione dell’Autorità, che, oltre a conformarsi alle norme contenute nelle manovre di finanza pubblica dell’ultimo triennio attraverso le necessarie misure di contenimento della spesa (adeguamento delle indennità del Consiglio, blocco degli stipendi del personale, riduzione dei compensi agli organi d’indirizzo/direzione/controllo, limiti di spesa per consulenze formazione, missioni, buoni pasto, autovetture, ecc.) ha provveduto anche ad adottare ulteriori ed autonome misure di riduzione dei costi nell’ambito di un processo interno di spending review. L’azione avviata è destinata a proseguire anche nell’esercizio corrente e in quelli futuri. (ANSA, 20 giugno 2014)

Angelo Marcello Cardani, presidente Agcom (foto Olycom)

Angelo Marcello Cardani, presidente Agcom (foto Olycom)