Documenti

24 giugno 2014 | 16:59

‘L’ufficio a cielo aperto’ in tre piazze italiane: lo smart working secondo Microsoft (INFOGRAFICA)

In Italia il 52% di chi lavora in ufficio sarebbe disposto a lavorare più ore a patto di godere di una maggiore flessibilità. E la stragrande maggioranza di chi utilizza tecnologie che consentono di lavorare fuori sede si dichiara più produttivo (92%) e più collaborativo (85%). Sono i risultati più significativi di una ricerca sullo smart working condotta da Harris Interactive per Microsoft e presentata a Milano in un incontro con la stampa in cui si è fatto il punto sull’iniziativa ‘L’ufficio a cielo aperto’.

Un momento dell’inziativa ‘L’ufficio a cielo aperto’ organizzato da Microsoft con Alpitur a Torino

Lanciata alcuni mesi fa, ‘L’ufficio a cielo aperto‘ vuole dimostrare le potenzialità del nuovo Office 365, il servizio di Microsoft per la creazione e la condivisione di documenti, su cui si basa il nuovo modello di Business del gruppo di redmond. “Da uno strumento legato a un device siamo passati a servizio che si muove e segue l’utente su tutti i device, dal pc, al tablet allo smartphone, grazie alla piattaforma di produttività cloud, che consente di accedere agli applicativi e alla piattaforma informativa aziendale anche fuori dall’ufficio, in mobilità”, ha spiegato Vieri Chiti, direttore della divisione Office di Microsoft Italia. “È un modo per restare sempre connessi, garantire la massima collaborazione in ogni momento e ottimizzare il servizio al cliente. Tutto ciò garantendo una migliore user esperience e consentendo ai dipendenti di gestire meglio il rapporto tra vita lavorativa e vita privata, all’insegna appunto dello smart working”.
‘L’ufficio a cielo aperto’ ha dimostrato in concreto queste potenzialità di Office, portando nelle piazze italiane un pezzo di azienda, con scrivanie, computer e un gruppo di dipendenti che continuavano tranquillamente a lavorare all’aperto, sotto il sole. Le prime tre imprese che hanno partecipato all’iniziativa sono il Gruppo Credito Valtellinese (una delle 15 maggiori banche italiane), il tour operator piemontese Alpitur World e la Leitner di Vipiteno, azienda che produce impianti a fune.
Durante tre diverse giornate dedicate allo smart working, i dipendenti di queste tre società hanno lavorato nelle piazze centrali di Sondrio, Torino e Vipiteno (sotto una tettoia trasparente per ripararsi in caso di pioggia), suscitando un notevole interesse tra i cittadini e turisti, che si fermano a chiedere informazioni e ad osservare.
L’iniziativa – ha assicurato Chiti – proseguirà nei prossimi mesi coinvolgendo altre aziende in altre città italiane.