Claudio Amendola è il testimonial del nuovo spot della Guardia Costiera

(ITALPRESS) Anche quest’anno il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, nell’ambito dell’attivita’ di comunicazione a tutela della sicurezza in mare, ha predisposto la realizzazione del nuovo spot del “1530”, il numero per le emergenze in mare, che da questa estate, anche se digitato da telefono cellulare, mette in contatto diretto il segnalante con la Capitaneria piu’ vicina. La campagna di comunicazione si propone di rafforzare la sensibilita’ dei cittadini sulla necessita’ di rivolgersi – in caso di soccorso – direttamente al 1530, in modo da stabilire una piu’ immediata ed efficace comunicazione tra chi richiede l’intervento e la Guardia Costiera. Lo spot, nel duplice formato video e audio, e’ stato sceneggiato dal noto giornalista e autore Andrea Purgatori e diretto dal regista televisivo Paolo Marcellini. Testimonial d’eccezione, l’attore Claudio Amendola, che nei panni del Comandante di una motovedetta della Guardia Costiera si rivolge a tutti gli utenti del mare con un messaggio chiaro ed inequivocabile: “Se siete in difficolta’ non perdete tempo. Chiamate il 1530, la Guardia Costiera e’ con voi”. A sostegno della campagna di comunicazione del numero per le emergenze in mare – promossa dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – spicca inoltre il supporto dell’Anas, per la diffusione del 1530 sui pannelli elettronici a messaggio variabile presenti sulle principali strade ed autostrade italiane. Rispetto allo scorso anno, il 1530 sara’ pubblicizzato anche sulle arterie che collegano i principali laghi italiani (lago di Garda e lago Maggiore, dove operano presidi della Guardia Costiera) nonche’ attraverso la nuova Tv “on demand” di Anas. (ITALPRESS 25 giugno 2014).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Scende il valore del sistema media rispetto al 2013. Big lontani dal limite

Cairo Communication: nei nove mesi ricavi in calo a 185,7 milioni di euro. Previsto Mol in sostanziale pareggio per La7 a fine anno

Banzai: nei 9 mesi del 2015 i ricavi salgano a 152 milioni; la perdita cresce a 6,5 milioni di euro