TLC

26 giugno 2014 | 14:51

Telecom ha reso operative a Latina le nuove reti ultrabroadband

(TMNews)  Latina è tra le prime città d`Italia a poter vantare infrastrutture telefoniche di nuova generazione che sono già pienamente operative al servizio di cittadini e imprese.
A circa un anno dall`avvio del progetto che ha visto Telecom Italia impegnata nella realizzazione della nuova rete in fibra ottica NGAN (Next Generation Access Network) e di quella mobile 4G, a Latina l`ultrabroadband è già realtà. Questo risultato è stato ottenuto grazie agli importanti investimenti fatti da Telecom Italia, pari a circa tre milioni di euro, e alla collaborazione con il Comune di Latina, fattori che hanno consentito di realizzare rapidamente le attività di scavo e di posa minimizzando sia i tempi d`intervento sia i relativi costi e l`impatto sulla città. A Latina il programma di copertura ha già interessato molte aree della città e raggiungerà più di 30mila unità immobiliari, che diventeranno 35mila entro il 2015 grazie alla posa di 60 chilometri di cavi in fibra ottica (di cui 32 con tecniche di scavo innovative e a basso impatto per la popolazione), che hanno permesso di collegare oltre 165 armadi stradali presenti lungo le vie cittadine per servire un bacino di circa 113mila cittadini.
Il risultato raggiunto conferma l`impegno di Telecom Italia e dell`Amministrazione comunale nell`aver dato un forte impulso ai lavori per portare in tempi brevi la connessione internet a partire da 30 Megabit a famiglie e imprese, inserendo in questo modo Latina nell`élite delle città italiane dove sono disponibili i servizi ultrabroadband.
I servizi “Ultra internet” di Telecom Italia basati sulla tecnologia FTTCab (Fiber to the Cabinet), offrono già oggi una connessione super-veloce a 30 Megabit al secondo in download con prestazioni e livelli di servizio che migliorano nettamente l`esperienza della navigazione in rete. In futuro sarà possibile aumentare le prestazioni dei collegamenti in fibra ottica con velocità fino a 100 Megabit al secondo. (TmNews, 26 giugno 2014)