Editori vs Google – Europa contro, Usa pro

De Benedetti (Gruppo L’Espresso) riprende le accuse lanciate da Döpfner (Springer) contro il motore di ricerca. Sulzberger e Thompson (New York Times) replicano: sono accuse che non comprendiamo.

Si riaccende lo scontro tra gli editori europei e Google. In aprile ad alimentare la polemica ci aveva pensato Mathias Döpfner, amministratore delegato del gruppo tedesco Axel Springer, con una lettera aperta al presidente di Google Eric Schmidt, pubblicata sul quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung, in cui veniva messo sotto accusa lo “strapotere” di Google e il suo modello di business “che in ambienti poco onorevoli si chiamerebbe estorsione”. In particolare le critiche di Döpfner si appuntavano sul fatto che Google ha il potere di discriminare i suoi rivali o competitor nei motori di ricerca e in generale sull’aggressività delle grandi compagnie di alta tecnologia, “proprietarie di un nuovo potere che ci fa paura”.

L’articolo integrale è sul mensile Prima Comunicazione n. 451 – Giugno/Luglio 2014

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’